• Primo appuntamento con FareCinema
    Martedì 3 Maggio. read more >>>
  • GIOVANI GIURATI 2016
    Partecipa alla preselezione della giuria di Alice nella città. read more >>>
COMPETITION

SCOUT

Titolo originale - Original title: Scout
Paese - Country: Stati Uniti - USA
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 109'
Lingua originale - Original language: Inglese - English
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Lunedì 19 Ottobre h.11.00 - Mazda Cinema Hall
Lunedì 19 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila
Martedì 20 Ottobre h. 16.00 - EDEN

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Laurie Weltz

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Laurie Weltz
Based on a Story by India Ennenga & Laurie Weltz

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Austin Schmidt

MONTAGGIO / EDITING
Jim Curtis Mol

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Austin Schmidt

MUSICA / MUSIC
John Dragonetti

CAST
India Ennenga
James Frecheville
Onata Aprile
Jane Seymour
Nikki Reed
Tim Guinee
Shelley Hennig
Danny Glover
Ellen Burstyn
PRODUTTORI / PRODUCERS
Beverley A. Gordon
Dwjuan Fox
Nicolas Emiliani

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
BrownBag Pictures
Decipher Entertainment

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Angel Grace Worldwide

SINOSSI | SYNOPSIS

Scout ha quindici anni e vive con la sorellina Lulu e la loro bisnonna in una piccola città del Texas, sull’orlo della povertà. Quando il governo dichiara Gram inadeguata a prendersi cura delle ragazze, il padre decide di prendere con sé la piccola Lulu, costringendo le sorelle a separarsi per la prima volta nella loro vita. Scout riesce ad esaudire l’unico desiderio che ha: aiutare il suo nuovo amico, Sam, un giovane problematico che vive in un ospedale psichiatrico nelle vicinanze. Rischiano tutto, Scout lo aiuta a scappare. Rubano un’auto e iniziano la ricerca di Lulu – con un poliziotto che li insegue, determinato a riportare Sam in ospedale ad ogni costo. Man mano che l’inseguimento continua, Scout deve scegliere tra l’amico a cui vuole molto bene e la famiglia che ha perso.

Fifteen-year-old Scout lives with her younger sister Lulu and their great-grandmother on the edge of poverty in a small Texas town. But when government authorities declare Gram an unfit guardian, the girls’ father takes young Lulu to live with him, separating the sisters for the first time in their lives. Scout reaches out to the only hope she has: her new friend Sam—a troubled young man who lives in an upscale mental institution nearby. Risking everything, she helps Sam escape. They steal a car and set out to find Lulu—with a Texas Ranger hot on their trail, determined to bring Sam back at any cost. As the chase goes on, Scout must choose between the friend she loves, and the family she lost.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Laurie Weltz ha scritto e diretto il pluripremiato “Wrestling with Alligators,”, con Joely Richardson, Aleksa Palladino, Adrienne Shelly, Sam Trammel, Jay O. Sanders, e la legenda dello schermo Claire Bloom. Il film ha partecipato al Sundance in Concorso ed a molti altri festival dove ha ricevuto numerosi premi. Laurie ha scritto altre due sceneggiature: il thriller “Watermoon,” e “Monkey River,” che ha vinto il Grand Prize al PAGE Screenwriting Competition. Laurie ha lavorato per diversi anni al montaggio di documentari e show televisivi, dopo un Matser alla NYU Film School e la sua tesi “At Five and Twenty-Five,” è stata presentata in diversi festival e trasmessa alla televisione americana.

Laurie Weltz directed and co-wrote the award-winning “Wrestling with Alligators,” which stars Joely Richardson, Aleksa Palladino, Adrienne Shelly, Sam Trammel, Jay O. Sanders, and screen legend Claire Bloom. The film premiered in competition at the Sundance Film Festival, where it was a Grand Jury Prize nominee, and went on to many other festivals and awards, including a Gold Award at the WorldFest Flagstaff Festival and a Silver Award at the Houston Film Festival. “Alligators” was released theatrically before airing on Showtime, Starz and the Sundance Channel. Laurie has written two other feature screenplays that have been optioned: “Watermoon,” a ghostly thriller, and the family adventure film “Monkey River,” which won the Grand Prize in the PAGE Screenwriting Competition. Laurie worked for several years as an editor on documentaries and television shows, primarily for World of Wonder Productions, on such projects as “Shock Video,” an HBO feature documentary that was nominated for an Eddie Award from the American Cinema Editors; “Made in the USA,” a six-part TV series for UK’s Channel 4; and “Nelson Sullivan’s World of Wonder,” a one-hour video diary about the New York club scene in the ‘80s. Her work for A&E on its documentary series “Heroes” was also nominated for an ACE Eddie Award. Laurie has a Master’s degree from NYU Film School, and her thesis film “At Five and Twenty-Five,” won several awards and aired on USA Television.

MICROBE & GASOLINE

Titolo originale - Original title: Microbe et Gasoil
Paese - Country: Francia - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 103'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Commedia - Comedy
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Venerdì 23 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli
Venerdì 23 Ottobre h. 15.00 - Mazda Cinema Hall
Venerdì 23 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Michel Gondry

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Michel Gondry

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Laurent Brunet

MONTAGGIO / EDITING
Elise Fievet

CAST
Jean-Claude Vannier
Ange Dargent
Théophile Baquet
Diane Besnier
Audrey Tautou
PRODUTTORI / PRODUCERS
Georges Bermann

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Partizan Films
STUDIOCANAL
CANAL+ et OCS
INDEFILMS 3 et CINEMAGES 9

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
StudioCanal

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Movies Inspired

SINOSSI | SYNOPSIS

Una commedia con protagonisti due adolescenti molto particolari. Durante le vacanze estive, due amici non hanno alcuna voglia di trascorrere due mesi con le loro famiglie. Decidono così di realizzare una macchina speciale, utilizzando un motore tosaerba e alcune assi di legno e iniziare un viaggio in giro per la Francia.

Two young school-age heros, Daniel (Ange Dargent) and Théo (Théophile Baquet), the Microbe and Gasoil of the film’s title, throw themselves into the eccentric construction of a shack on wheels and set off in search of adventure, taking to the roads of France in a series of events and comical encounters that are milestones in a beautiful and dazzling friendship and mark the beginning of the pair’s adolescence. 

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Michel Gondry nasce a Versailles, Francia, e ben presto si appassiona alla musica pop. Si trasferisce a Parigi ed inizia la sua carriera di musicista nel gruppo francese Oui Oui, come batterista. Il gruppo realizza due album e diversi singoli, e Gondry realizza i relativi videoclip promozionali, fino al 1992, anno dello scioglimento della band. Uno dei video diretti dal regista passa su MTV e viene notato da Björk, che gli chiede di dirigere il video di Human Behaviour. La collaborazione con la cantante islandese prosegue a lungo, dando vita a sei video, mentre Gondry inizia a lavorare anche con artisti del calibro di Rolling Stones, The White Stripes, Chemical Brothers, Foo Fighters, Massive Attack, Kylie Minogue, Daft Punk, Lenny Kravitz e Radiohead dirigendo, inoltre, acclamati e celebri spot pubblicitari, come quelli per la Levi's (lo spot Drugstore del 1994 si aggiudica un Leone d'oro al Festival internazionale della pubblicità di Cannes), la vodka Smirnoff e la Gap. Gondry è spesso citato insieme ai registi Spike Jonze e David Fincher come rappresentanti della grande influenza dello stile dei videoclip nel mondo del cinema. Il suo primo lavoro in questo campo è il cortometraggio La lettre (1998). Nel 2001 approda sul grande schermo con il lungometraggio Human Nature, nel quale conserva tutte le caratteristiche creative e visive dimostrate nei lavori precedenti; il grande successo arriva nel 2004 grazie a Se mi lasci ti cancello, con Jim Carrey e Kate Winslet, scritto insieme all'amico sceneggiatore Charlie Kaufman, nel quale concentra tutto il talento visivo e rivoluzionario del suo stile. Il film gli vale un Oscar 2005 per la miglior sceneggiatura originale, su due nomination ricevute (alle quali vanno aggiunte quattro candidature ai Golden Globe). Nel 2006 esce il suo lavoro successivo, L'arte del sogno, con Gael García Bernal e Charlotte Gainsbourg. Nel 2008 è la volta di Be Kind Rewind, con Jack Black, Mos Def, Danny Glover e Mia Farrow. Nel 2012 la docufiction The We and The I, studio sulle differenti modalità di interazione di un gruppo rispetto ai singoli, è stata scelta per aprire la Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes.

"Contrary to what Freud taught us, dreams give meaning to a succession of images and sounds that bombard our sleeping brain in a random fashion. In other words, dreams make stories out of chaos. I believe it is this faculty that enables us to experience cinema." With his seven feature films, several shorts and seventy music videos, Michel Gondry, who is also a musician, has created an original body of work coloured with dreamscape qualities and Utopian ideals. His first feature, Human Nature (2001) was selected for the Festival de Cannes. He was back in 2008 with his segment in the Tokyo! triptych and in 2009 with The Thorn in the Heart. The Academy Award winning screenplay in 2005, Eternal Sunshine of the Spotless Mind was followed by The Science of Sleep (2006) and Be Kind, Rewind (2008), which led to the writing of his first book: You'll like this Film because you're in it: the Be Kind, Rewind Protocol. The Green Hornet, released in January 2011, has been his biggest box office hit thus far. Michel Gondry has also created some highly innovative music videos for a number of international artists, including Björk, the Rolling Stones, the White Stripes and Beck, as well as visually striking commercials. In February 2011, he set up at the Centre Pompidou in Paris his “Amateur Film Factory”, a studio for creating a short film in just three hours. He is currently adapting for the big screen a science fiction novel by Philip K. Dick: Ubik.

MUSTANG (Opera prima / First feature)

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Mustang
Paese - Country: Francia, Germania, Turchia, Qatar - France, Germany, Turkey, Qatar
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 94'
Lingua originale - Original language: Turco - Turkish
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Lunedì 19 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli
Lunedì 19 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio
Martedì 20 Ottobre h. 15.00 - Mazda Cinema Hall

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Deniz Gamze Ergüven

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Deniz Gamze Ergüven
Alice Winocour

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
David Chizallet
Ersin Gök

MONTAGGIO / EDITING
Mathilde Van de Moortel

MUSICA / MUSIC
Warren Ellis

CAST
Günes Sensoy
Doga Zeynep Doguslu
Tugba Sunguroglu
Elit Iscan
Ilayda Akdogan
Ayberk Pekcan
PRODUTTORI / PRODUCERS
Charles Gillibert
Frank Henschke
Anja Uhland
Mine Vargi
Doha Film Institute

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
CG Cinéma
Vistamar Filmproduktion
Uhlandfilm
Bam Film
Kinology
Canal+
Ciné+
ZDF/Arte
Eurimages
Turkish Culture Ministry

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Kinology

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Lucky Red

SINOSSI | SYNOPSIS

Siamo all'inizio dell'estate. In un remoto villaggio turco Lale e le sue quattro sorelle scatenano uno scandalo dalle conseguenze inattese per essersi messe a giocare con dei ragazzini tornando da scuola. La casa in cui vivono con la famiglia si trasforma un po' alla volta in una prigione, i corsi di economia domestica prendono il posto della scuola e per loro cominciano ad essere combinati i matrimoni. Le cinque sorelle, animate dallo stesso desiderio di libertà, si sottrarranno alle costrizioni loro imposte.  

Early summer. In a village in northern Turkey, Lale and her four sisters are walking home from school, playing innocently with some boys. The immorality of their play sets off a scandal that has unexpected consequences. The family home is progressively transformed into a prison ; instruction in homemaking replaces school and marriages start being arranged. The five sisters who share a common passion for freedom, find ways of getting around the constraints imposed on them. 

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Nata ad Ankara, Deniz Gamze Ergüven ha studiato Regia alla Fémis, dopo un MA in storia a Johannesburg. Il suo lavoro di laurea Bir Damla Su è stato selezionato in numerosi festival (Cinéfondation, premiato a Locarno). Ha poi scritto insieme a Alice Winocour e diretto il suo primo lungometraggio Mustang.

Born in Ankara, Deniz Gamze Ergüven studied filmmaking at la Fémis after a MA in history in Johannesburg. Her graduation film Bir Damla Su was selected in many festivals (Cinéfondation, awarded at Locarno). Deniz co-wrote her first feature film Mustang with Alice Winocour and directed.

GRANDMA

Titolo originale - Original title: Grandma
Paese - Country: Stati Uniti - USA
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 80'
Lingua originale - Original language: Inglese - English
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Giovedì 22 Ottobre h. 14.00 - Teatro Studio
Giovedì 22 Ottobre h. 22.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Paul Weitz

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Paul Weitz

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Tobias Datum

MONTAGGIO / EDITING
Jonathan Corn

MUSICA / MUSIC
Joel P. West

CAST
Lily Tomlin
Julia Garner
Marcia Gay Harden
Judy Greer
Laverne Cox
PRODUTTORI / PRODUCERS
Paul Weitz
Andrew Miano
Terry Dougas Paris Latsis
Brenda Vogel

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
1821 Media
Depth of Field Productions

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Sony Pictures Releasing International

SINOSSI | SYNOPSIS

Elle è una poetessa a cui è da poco morta la compagna di una vita. In questo triste momento della sua vita riceve la visita della nipote diciottenne Sage che necessita del suo aiuto, infatti è rimasta incinta e non sa bene come gestire la situazione. Insieme intraprendono un viaggio che permetterà a entrambe di conoscersi meglio così da affrontare la loro esistenza.

Elle Reid has just gotten through breaking up with her girlfriend when her granddaughter Sage unexpectedly shows up needing 600 dollars before sundown. Temporarily broke, Grandma Elle and Sage spend the day trying to get their hands on the cash as their unannounced visits to old friends and flames end up rattling skeletons and digging up secrets.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Cresciuto a New York, debutta alla regia, insieme al fratello Chris, con American Pie. Oltre ad aver scritto l’animazione Antz, Paul e Chris hanno scritto e diretto About a Boy, che ha ricevuto una nomination agli Academy Award come Miglior adattamento. Inoltre, Paul ha diretto film tra i quali Being Flynn, American Dreamz, In Good Company e Admission. Come drammaturgo, Paul ha lavorato con il teatro Off Broadway Second Stage che ha prodotto 4 dei suoi lavori, tra cui "Lonely I'm Not" con Topher Grace e "Trust" con Zach Braff e Bobby Cannavale. E’ il produttore esecutivo della serie Mozart in the jungle, con Gael Garcia Bernal, di cui ha diretto l’episodio pilota. Ha recitato nel film Chuck and Buck.

Raised in New York City, Paul Weitz's directorial debut, along with his brother Chris, was American Pie. In addition to writing the animated film Antz, Paul and Chris also wrote and directed About a Boy, which received an Academy Award nomination for Best Adapted Screenplay. Additionally, Paul is the director of films including Being Flynn, American Dreamz, In Good Company, and Admission. As a playwright Paul works with the Off Broadway theatre Second Stage, which has produced four of his plays, including "Lonely I'm Not" which starred Topher Grace and "Trust" with Zach Braff and Bobby Cannavale. He is an executive producer of the series Mozart in the Jungle, starring Gael Garcia Bernal, for which he directed the pilot. He acted in the movie Chuck and Buck.

FOUR KINGS (Opera prima / First feature)

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Vier Könige
Paese - Country: Germania - Germany
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 98'
Lingua originale - Original language: Tedesco - German
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Sabato 17 Ottobre h. 11.00 - Teatro Studio
Sabato 17 Ottobre h. 20.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Theresa von Eltz

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Esther Bernstorff
Theresa von Eltz

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Kristian Leschner BVK

MONTAGGIO / EDITING
Anja Siemens

MUSICA / MUSIC
André Feldhaus

CAST
Paula Beer
Jella Haase
Moritz Leu
Jannis Niewöhner
PRODUTTORI / PRODUCERS
Benjamin Seikel
Florian Schmidt-Prange

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
C-FILMS (DEUTSCHLAND) GmbH
Tatami Films GmbH
ZDF – Das kleine Fernsehspiel
Arte

SINOSSI | SYNOPSIS

Insieme al Natale arriva il desiderio di armonia, bellezza, luce e speranza. Incapace di gestire il conflitto con il suo ragazzo, Alex (16 anni) prende una decisione radicale. Il giorno dopo si ritrova al pronto soccorso di un ospedale psichiatrico, dove incontra altri 3 ragazzi: Lara (17), la figlia di una coppia di accademici soggetta ad allucinazioni, la timida Fedja (16) vittima di bullismo a scuola ed il violento Timo (17) che è appena stato trasferito dal reparto vicino. Sotto le cure del giovane psichiatra Dr. Wolff (38), trascorreranno insieme un indimenticabile Natale.

Christmas is approaching, and with it, the desire for harmony, beauty, light and hope. Being unable to cope with her parents' conflict, Alex (16) makes a radical decision. A day later she finds herself in the adolescent psychiatric emergency unit. There she meets three other young people: Lara (17), the striking daughter from an academic family, who's having acidflashbacks; shy Fedja (16), who is being bullied at school; and violent Timo (17), who has just been moved from the closed ward. Under the care of the young psychiatrist Dr. Wolff (38), they will spend a Christmas together that none of them will ever forget. A heart wrenching drama about four young, smart, damaged youths who must spend their Christmas holiday in a juvenile psychiatric clinic. Together, alone and confronted by an unconventional psychiatrist, they will have a Christmas that they’ll never forget.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Theresa von Eltz è cresciuta vicino Cologne, terza di cinque figli. Dopo una Laurea in Storia all’università di Oxford, ha studiato regia alla Scuola nazionale di Film e Tv in Regno Unito. Tra i suoi insegnanti Stephen Frears e Ken Loach ed altri grandi registi. Il suo primo cortometraggio Gecko è stato selezionato alla Berlinale nel 2007. Da allora ha lavorato per la TV tedesca ed altri progetti anche legati alla pubblicità, fino a realizzare il suo primo lungometraggio Four Kings. Attualmente vive tra Berlino e Vienna

Theresa von Eltz grew up in the country near Cologne. She is the third of five children. After graduating with an MA in History from Oxford University, she studied Fiction Directing at the National Film & Television School in Beaconsfield (UK) Her tutors included Stephen Frears and Ken Loach amongst other great British filmmakers. Her first short film Gecko was nominated for the Golden Bear at the Berlinale in 2007. Since then, her work has included making several documentary reports for German TV (Arte & ZDF) and several commercials of which two have won Gold and Silver at Die Klappe Commercial Film Festival in 2013 and 2014. Besides Theresa constantly focused on the realisation of her first feature film – Vier Könige - which went into production in 2014. The script was nominated for the Deutscher Drehbuchpreis early in 2014. Theresa is full of energy and creativity. She is ambitious, fun, open, very hard working and loves to work in a team. She has developed her very own personal style of filmmaking, based on a subtle and playful camera getting the most out of the performances of all her characters.Theresa is aiming to capture people and create an experience for the audience that is very personal, both funny and sad. She wants the audience to identify with and understand her characters.If drama is about obstacles, then maybe she likes obstacles that are internal, because that’s very true to life. Her intention is to brush aside the conventional and socially accepted generalities of life. She is interested in people’s reality because aside from suffering there is beauty in the everyday. With Vier Könige she intends to portray four young people who experience change through pain, people who know more about each other after their difficult encounters with life and eventually succeed in their pursuit of happiness. Theresa is currently based in Berlin and she is working on her second feature.

RETURNING HOME (Opera prima / First feature)

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Å vende tilbake
Paese - Country: Norvegia - Norway
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 75'
Lingua originale - Original language: Norvegese - Norwegian
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Mercoledì 21 Ottobre h. 11.00 - Mazda Cinema Hall
Mercoledì 21 Ottobre h. 18.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Henrik Martin Dahlsbakken

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Henrik Martin Dahlsbakken

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Oskar Dahlsbakken

MONTAGGIO / EDITING
Sonya Richter

MUSICA / MUSIC
Magnus Murel

CAST
Åsmund Høeg
Fredrik Grøndahl
Ingar Helge Gimle
Lia Boysen
Isabel Christine Andreasen
PRODUTTORI / PRODUCERS
Henrik Martin Dahlsbakken

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
FilmBros AS

SINOSSI | SYNOPSIS

Due giovani fratelli alla ricerca del padre che recentemente tornato dal servizio militare in Afghanistan, scompare durante una caccia tra le montagne. Returning Home inizia con il ritorno a casa di Einar (interpretato da Ingar Helge Gimle), appena tornato in Norvegia dall’Afghanistan dove ha prestato servizio per quasi un anno. L’assenza di una chiara figura paterna ha fatto sì che il fratello maggiore Oscar (Aasmund Hoeg) si assumesse la responsabilità della casa e del fratello minore Fredrik (Fredrik Grondahl), visto che la loro madre è costretta al letto la maggior parte del tempo. Ma il ritorno si rivela diverso dalle aspettative, il padre sembra distante ed il giorno dopo non rientra a casa dalla caccia. Dopo aver attesa tutta la notte, i ragazzi decidono di andare sulla montagna, sperando di ritrovare il loro padre. La ricerca stessa diventa una prova di maturità e di resistenza della loro relazione, dalla quale entrambi torneranno cambiati per sempre.

Two young brothers are forced to track down their absent father, having recently returned from service in Afghanistan, after he disappears during a reindeer hunt in the mountains. The feature film Returning Home (2015) begins as Einar (played by Ingar Helge Gimle) returns to his family in Norway after serving as an officer in Afghanistan for nearly a year. Absent a clear father figure, the eldest brother Oscar (Aasmund Hoeg) has assumed responsibility for little brother Fredrik (Fredrik Grondahl) and the home, as their mother Anna (Lia Boysen) is bedridden most of the time. The homecoming does not turn out as expected, as the father seems distant upon seeing his family again. He goes out hunting the morning after and doesn't return as promised that evening. After spending the entire night waiting, the boys decide to walk up the mountain, hoping to find their father. The search itself becomes a test of manhood and the brothers' relationship, one from which they will return forever changed.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Henrik Martin Dahlsbakken (1989) cresciuto a Hamar, ha studiato Scienza della Comunicazione in Norvegia ed in Regno Unito. E’ un regista autodidatta ed un proiezionista. Dopo numerosi cortometraggi in 8mm, S16mm, 35mm e 65mm, il corto The Devil’s Ballroom (2012) ha ottenuto riconoscimenti e premi in molti festival nel mondo. Returning Home è Il suo primo lungometraggio.

Henrik Martin Dahlsbakken (b. 1989) grew up in Hamar, and has studied media science in Norway and the UK. He is a self-taught filmmaker and trained cinema projectionist. Dahlsbakken has made several short films using 8mm, S16mm, 35mm and 65mm film techniques, and cultivates the analog idiom in the creative process. His greatest success thus far has been the short film The Devil’s Ballroom (2012), which won awards at multiple festivals around the world. Returning Home (Å vende tilbake) is his first feature film.

THE BIG DAY

Titolo originale - Original title: Le grand jour
Titolo italiano - Italian title: Il grande giorno
Paese - Country: Francia - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 86'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Documentario - Documentary
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Venerdì 16 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli
Sabato 17 Ottobre h. 16.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Pascal Plisson

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Pascal Plisson
Olivier Dazat

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Simon Watel

MONTAGGIO / EDITING
Perrine Bekaert

MUSICA / MUSIC
Krishna Levy

CAST
Nidhi Jha
Albert Gonzalez Monteagudo
Delgermurun (Deegii) Batjargal
Tom Ssekabira
PRODUTTORI / PRODUCERS
Marie Tauzia
Romain Le Grand
Muriel Sauzay

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Ladybirds Films
Pathè

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Pathé

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Academy Two

SINOSSI | SYNOPSIS

Dopo il grande successo di Vado a scuola (2013), Pascal Plisson torna a raccontare i sogni e le speranze attraverso le storie dei quattro giovani protagonisti di Le grand jour,  provenienti dai più disparati angoli del mondo. Per mesi, addirittura per anni, i quattro protagonisti del film, aspettano, si preparano e si preoccupano. Sanno che questo giorno speciale cambierà le loro vite per sempre. I nostri quattro eroi si preparano ad affrontare la prova che determinerà non solo il loro destino ma anche quello delle loro famiglie. Alla fine dopo tanto impegno, attenzione e perseveranza a scuola, sono arrivati alla consapevolezza che il sogno sta per avverarsi… Hanno fatto progressi nonostante le condizioni fossero spesso molto difficili, ma ora sono concentrati molto più di prima su un unico obiettivo, il successo.

Day» is close. For months, even years, they wait, they prepare, and they worry. As they know that this special day will change their lives forever. Our four heroes are preparing to face the test that will seal not only their own destiny, but also their families’. After so much effort, attentiveness at school and perseverance, they know that they are coming close to making their dream come true. They have progressed despite conditions that were often very difficult, but are now focused more than ever before on a single objective: success.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Pascal Plisson è un regista documentarista francese. Dal 1984 al 1993 ha diretto reportage di sport e avventura ambientati nel continente americano per i canali televisivi CBS, France 2 e Canal+. Ha realizzato vari documentari tra cui Australie 50° de solitude (1996), I misteri di Clipperton (2005) e Safari (2009). Nel 2003 il suo primo lungometraggio, I Masai, i guerrieri della pioggia. Il suo penultimo film, Vado a scuola, è stato presentato al Festival di Locarno del 2013 con grande successo di pubblico e critica. Le Grand Jour è il suo ultimo film.

Pascal Plisson is a french documentaries filmmaker who began his career in 1984 by performing stories (including sports coverage devoted to polo) on the American continent for various TV channels. One of his noted documentary films (Sur le chemin de l'école) 'On the way to school' was selected in Locarno Film Festival and released in 2013. The big day is his last film.

THE NEW CLASSMATE (Opera prima / First feature)

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: The new classmate
Paese - Country: India - India
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 96'
Lingua originale - Original language: Hindi - Hindi
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Giovedì 22 Ottobre h. 10.00 - Cinema Avorio - EVENTO EMERGENCY
Giovedì 22 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli
Giovedì 22 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila
Venerdì 23 Ottobre h. 10.00 - Cinema Avorio - EVENTO EMERGENCY

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Ashwiny Iyer Tiwari

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Ashwiny Iyer Tiwari
Nitesh Tiwari
Neeraj Singh
Pranjal Chowdhary

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Gavemic U. Ary

MONTAGGIO / EDITING
Shekhar Prajapati

MUSICA / MUSIC
Rohan Utpat
Vinayak Salvi

CAST
Swara Bhaskar
Ratna Pathak Shah
Pankaj Tripathi
Riya Shukla
Neha Prajapati
Prashant Tiwari
Vishal Nath
PRODUTTORI / PRODUCERS
Ajay G. Rai
Alan McAlex
Sanjay Shetty
Nitesh Tiwari

COPRODUTTORE / CO-PRODUCER
Madhav Roy Kapur

PRODUTTORI ASSOCIATI / ASSOCIATE PRODUCERS
Vishesh Agrawal
Akshay Thakker

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Films Boutique

SINOSSI | SYNOPSIS

Dietro la magnificenza del Taj Mahal, giace un ammasso di povere case dove vive Chanda (35), una domestica, insieme alla figlia Appu (14). Chanda sogna che la figlia possa studiare ed avere un destino migliore. Quando Appu le dice che vuole lasciare la scuola e diventare una cameriera come lei, Chanda prende una decisione: lei stessa tornerà a scuola nella stessa classe della figlia. La storia di una donna svantaggiata che dà a se stessa e a sua figlia il potere di guadagnarsi il rispetto ed il posto che meritano sotto al sole.

Behind the magnificent Taj Mahal lies cluster of dingy homes where Chanda (35), a domestic help, lives with her 14 year old daughter Appu. Chanda aspires and dreams that her daughter will study and embrace a better fate. When Appu tells her she wants to quit school and become a maid like her, Chanda takes s strong decision: she will herself go back to school, and even join the class of her daughter. A story of an underprivileged woman who empowers herself and her daughter to earn respect and their rightful place under the sun.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Mentre la maggior parte della sua famiglia era concentrata sulla parte sinistra del cervello, Ashwiny Iyer Tiwari era sbilanciata verso la destra. Dopo una guerra durata un anno con i genitori conservatori appartenenti alla classe media dei lavoratori, riesce ad iscriversi ad un corso di arti visive. Fu la parte commerciale delle arti, che convinse la madre che la figlia avrebbe avuto un lavoro. Dopo aver ottenuto una medaglia al Politecnico, lavora per 16 anni in un’agenzia pubblicitaria in cui racconta storie sui grandi brand indiani ed asiatici. Diventata scrittrice e regista, si occupa anche di fotografia, di social e soprattutto di donne. Ma da il meglio di sé come mamma di due splendidi gemelli. Quando non è impegnata in queste attività, puoi trovarla ad annusare fiori, meditare e vivere il momento.

When most of her family was dabbling with their left-brain Ashwiny Iyer Tiwari was skewed towards the right. After a yearlong war with her conservative working-class parents she finally relented and enrolled herself for a visual arts course. It was the commercial side of art, which convinced her mother that she would at least have a job. A gold medalist from Sophia Polytechnic, Mumbai, Ashwiny spent 16 years in the advertising agency Leo Burnett telling stories for the biggest brands in India and South East Asia. She had several awards from Cannes Lions, New York Festival, One Show, Clio, D&AD in her kitty but one short film, which won a national award, changed her course to direction- her new found love to tell stories. Ashwiny’s passion for telling stories in the visual medium reflects in everything she does. Apart from being a writer and director she is contributing writer to an Interior Magazine in its DIY and colour features. Editorial photography is her other interest and this has taken shape as a Facebook page called ‘No Makeup story’. She is also involved in the revival of art and craft in India and strongly believes in women empowerment. She gives her best shot at being a good mother to wonderful twin children and also doubles up being her husband's DA for his advertising and feature films. When not doing any of the above she will be found somewhere near mother earth smelling the flowers, meditating and living the moment.

JACK OF THE RED HEARTS

Titolo originale - Original title: Jack of the Red Hearts
Paese - Country: Stati Uniti - USA
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 100'
Lingua originale - Original language: Inglese - English
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Venerdì 23 Ottobre h. 11.00 - Mazda Cinema Hall
Venerdì 23 Ottobre h. 15.30 - Cineland
Sabato 24 Ottobre h. 16.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Janet Grillo

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Jennifer Deaton

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Hillary Spera

MONTAGGIO / EDITING
Jim Mol

CAST
AnnaSophia Robb
Famke Janssen
Taylor Richardson
Scott Cohen
Israel Broussard
PRODUTTORI / PRODUCERS
Lucy Mukerjee-Brown
Morgan White
Stefan Nowicki
Joey Carey

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Sundial Pictures

SINOSSI | SYNOPSIS

Non avendo più l’età per restare in orfanotrofio, Jack (AnnaSophia Robb, SOUL SURFER, CARRIE DIARIES) una ragazzina cresciuta in strada, si mette nei guai con il funzionario che si occupa della sua libertà vigilata. Tenta il raggiro prendendo un impiego come assistente di una bambina autistica GLORY (Taylor Richardson, ANNIE) con l’intenzione di restare solo qualche settimana per racimolare qualche dollaro, ma si sorprende lei stessa quando si rende conto di avere un impatto positivo su Glory. Nello stesso tempo la famiglia, soprattutto la madre della bambina, KAY (Famke Janssen, TAKEN, X-MEN) ha un impatto positivo su Jack. Feriti, ma grintosi sopravvissuti iniziano a guarirsi un po’ l’un l’altro – finché la legge non scopre l’inganno e Jack deve scegliere tra salvarsi o aiutare qualcun altro.

Aging out of foster care, a street-smart teen, JACK (AnnaSophia Robb, SOUL SURFER, CARRIE DIARIES) gets in trouble with her Probation Officer. Needing to lay low, she cons way into a job as live-in companion to a child with severe autism, GLORY (Taylor Richardson, ANNIE). Intending to stay a few weeks and make a few bucks, Jack is stunned when she makes a positive impact on Glory. Meanwhile the family, in particular the mother, KAY (Famke Janssen, TAKEN, X-MEN) makes a positive impact on Jack. And wounded, scrappy survivors begin to heal each other a little bit--until the law catches up, the truth comes out, and Jack must choose: save herself or help someone else.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Janet Grillo è una produttrice vincitrice di un Emmy Award, una regista acclamata, ex Vice Presidente della Produzione New Line Cinema e Professoressa alla NYU School di Arts Kanbar Institute of Film and Television. Nel 2008 Janet ha vinto un Emmy Award come produttore esecutivo della HBO con il documentario Autism. The musical. Nel 2011 Fly away , film da lei scritto, diretto e prodotto è stato selezionato al SXSW Film Festival. Janet è stata membro del CURE AUTISM NOW, unitosi con l’ AUTISM SPEAKS ed è madre di un bambino con tendenze autistiche.

Janet Grillo is an Emmy Award Winning Producer, critically acclaimed filmmaker, former Senior VP of Production at New Line Cinema and Arts Professor at NYU Tisch School of the Arts Kanbar Institute of Film and Television. In 2008, Janet won an Emmy as Executive Producer of the HBO documentary AUTISM: THE MUSICAL. In 2011, FLY AWAY, a fiction feature she wrote, directed and produced, premiered as 1 of 8 in Dramatic Competition at SXSW Film Festival. It won Best Narrative Film and Best Performance at the ARIZONA Intl Film Festival, opening theatrically to excellent reviews in the NEW YORK TIMES, HUFFINGTON POST, NEW YORK OBSERVER and LA TIMES, which sited it as one of four independent films “most overlooked for an Oscar.” While at New Line, Janet oversaw the HOUSE PARTY series, and cultivated the careers of many filmmakers including Reginald Hudlin, Alan Taylor, Ted Demme, and David O. Russell. Janet was a Board member of CURE AUTISM NOW, which merged with AUTISM SPEAKS, and is the mother of a son on the Autism Spectrum.

DEPARTURE (Opera prima / First feature)

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Departure
Paese - Country: Regno Unito, Francia - Uk, France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 109'
Lingua originale - Original language: Inglese, Francese - English, French
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Domenica 18 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio
Lunedì 19 Ottobre h. 14.45 - Mazda Cinema Hall

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Andrew Steggall

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Andrew Steggall

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Brian Fawcett

MONTAGGIO / EDITING
Dounia Sichov

MUSICA / MUSIC
Jools Scott

CAST
Juliet Stevenson
Alex Lawther
Phénix Brossard
Finbar Lynch
Niamh Cusack
Patrice Juiff
PRODUTTORI / PRODUCERS
Pietro Greppi
Guillaume Tobo
Cora Palfrey

PRODUTTORI ESECUTIVI / EXECUTIVE PRODUCERS
Daniel Campos Pavoncelli
Georgia Oetker
Stephanie Keelan
Karine Riahi

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Motion Group Pictures
Connectic Studio

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Mongrel International

SINOSSI | SYNOPSIS

Una donna inglese e suo figlio adolescente trascorrono una settimana preparando la vendita della casa delle vacanze nel Sud della Francia. Elliot (15 anni) vive con molta difficoltà la nascita della sua sessualità e la crescente distanza da sua madre, Beatrice. Intanto lei si confronta con la presa di coscienza che il suo matrimonio con Philip è andato avanti senza amore e che la vita che conosce sta per finire. Quando un adolescente enigmatico, Clément, entra nelle loro vite, madre e figlio sono costretti a confrontarsi tra di loro ed ognuno con i propri desideri. Departure è una storia profonda che si apre all’alba del primo giorno e si chiude la notte del sesto e che segna la fine di un’estate, la fine di un’infanzia e la fine di una famiglia borghese.

An English mother and her teenage son spend a week preparing the sale of their holiday house in the South of France. Fifteen-year-old Elliot struggles with his dawning sexuality and an increasing alienation from his mother, Beatrice. She in turn is confronted by the realisation that her marriage to his father, Philip, has grown loveless and the life she knows is coming to an end. When an enigmatic local teenager, Clément, quietly enters their lives, both mother and son are compelled to confront their desires and, finally, each other. Departure is an intimate story beginning at dawn on the first day and ending at night on the sixth, charting the end of a summer, the end of a childhood and the end of an otherwise nuclear, middleclass family.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Andrew Steggall si è formato come attore alla London’s Central School Of Speech and Drama per poi virare su una carriera da regista teatrale, che include la mise en éspace di L’Histoire du Soldat di Stravinsky all’ Old Vic Theatre con Jeremy Irons. Ha scritto e diretto quattro cortometraggi tra cui To the Marriage of True Minds, che racconta di due giovani Iracheni a Londra, che ha avuto la premiere al Milano Film Festival e ha partecipato a oltre 40 festival, e The Red Bike, una storia di due giovani omosessuali che è stato presentato al London Film Festival e ha vinto il premio come Uk Best Short Film di Cardiff. Departure è il suo primo lungometraggio.

Andrew Steggall trained as an actor at London’s Central School Of Speech and Drama then turned to theatre directing, where his work included directing L’Histoire du Soldat by Stravinsky at the Old Vic Theatre with Jeremy Irons. He has written and directed four short films, including To the Marriage of True Minds, about two young Iraqi men in London, which premiered at the Milan Film Festival and won entry into over 40 film festivals, and The Red Bike, a gay coming of age story which premiered at the London Film Festival and won the Iris UK Best Short film prize at Cardiff. Departure is his feature debut.

A CHILDHOOD

In collaborazione con - In cooperation with: Festa del Cinema
Titolo originale - Original title: Une enfance
Paese - Country: Francia - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 100'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
(in collaboration with Rome Film Fest)
Lunedì 19 Ottobre h. 14.00 - Sala Petrassi - Conferenza stampa
Lunedì 19 Ottobre h. 17.00 - Teatro Studio
Martedì 20 Ottobre h. 11.00 - Mazda Cinema Hall

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Philippe Claudel

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Philippe Claudel

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Denis Lenoir AFC
ASC

MONTAGGIO / EDITING
Isabelle Devinck

CAST
Alexi Mathieu
Angelica Sarre
Pierre Deladonchamps
Jules Gauzelin
Patrick d'Assumçao
PRODUTTORI / PRODUCERS
Margaret Menegoz (Les Films du Losange)

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Philippe Saal in coproduction with France 3 Cinéma With the participation of Canal+
Ciné+
France Télévisions
le Centre du Cinéma et de l’image animée et de la Région lorraine

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Les Films du Losange

SINOSSI | SYNOPSIS

Una cittadina industriale nell’est della Francia, tra i bassifondi e la campagna, i canali ed i frutteti incolti. Jimmy, che ha già ripetuto due anni a scuola, inizierà la 1° media a Settembre, ma prima ci sarà una lunga vacanza estiva, con tutta la noia e la solitudine che questa implica. Il fratellastro di Jimmy, Kevin ha 8 anni. Vivono entrambi con la mamma, Pris (30) che ha riconquistato la custodia dei bambini dopo un periodo in prigione, ed il suo compagno Duke, soddisfatto della sua miserabile esistenza, cavandosela con piccoli traffici, furtarelli e con gli assegni dell’assistenza di Pris. L’appartamento in cui vivono è sempre pieno di alcool e droghe in abbondanza. Ma nonostante tutto, i ragazzi crescono come meglio possono, spesso occupandosi della casa, cucinando e facendo i lavori domestici. A Jimmy fa male vedere soffrire sua madre, completamente sotto l’influenza di un uomo confuso ed irresponsabile che la rende dipendente da lui e dalle droghe che le fornisce. Una violenza brutale cova lentamente nel ragazzo, ma uno può solo domandarsi contro chi o cosa può scatenarsi. Sotto la luce dell’estate la singolare bellezza del paesaggio naturale e industriale in cui Jimmy vaga non riesce ad alleviare la pena e la rabbia del ragazzo. L’estate procede indifferente, e la tragedia si avvicina inesorabile, con un’esplosiva reazione di violenza ed innocenza.

A small industrial town in eastern France, torn between inner city and countryside, canals and overgrown orchards. Jimmy, who has already repeated two years at school, will begin 6th grade in September, but before that there's the long summer vacation with the boredom and solitude it entails. Jimmy's half-brother, Kevin, is 8. They both live with their mother, Pris, 30, who regained custody of the boys after a stretch in prison. her partner, duke, is content with his miserable existence, getting by on nickel-and-dime dope deals, petty theft and Pris' welfare checks. The apartment where they all live is mostly a party pad with drugs and alcohol in abundance. Against this backdrop, the children raise themselves as best they can and, despite his young age, Jimmy often has to behave as head of the household, cooking and cleaning —the responsible big brother taking over duties neglected by his mother and flaky stepfather. it hurts Jimmy to see his mother suffering, so completely under the influence of a man who is as mixed-up and irresponsible as she is, and who keeps her dependent on him and the drugs he supplies. There is a sense of brutal violence slowly simmering within the boy, but one can only wonder against whom or what it can be unleashed. All the summer light and singular beauty of the natural and industrial wastelands where he wanders cannot ease Jimmy's pain and rage. And as summer meanders indifferently on, the ingredients of a tragedy fall inexorably into place—a tragedy that sees the explosive reaction of innocence and violence.

FILMOGRAFIA | FILMOGRAPHY

(Director)
2015 - A childhood
2013 - Before the winter chill
2011 - Silence of love
2008 - i’ve loved you so long (César 2009 Best First Film / Best Supporting Actress / Bafta 2009 Best Non English speaking Film / Golden Globes 2009 : Nominations for Best Foreign Film and Best Actress / César 2009 : 6 nominations)

(Scriptwriter)
2013 - Before the winter chill
2011 - Silence of love
2008 - i’ve loved you so long
2005 - Grey Souls by Yves Angelo
2002 - On the Tips of her Fingers by Yves Angelo

(Bibliography)
Philippe Claudel is a member of the Goncourt Academy since January 2012. He wrote more than thirty books among which: 2003 - Grey Souls (Renaudot Award)
2006 - Monsieur linh and his Child (European Euregio Prize)
2007 - Brodeck's Report (High Schools Goncourt Prize)

VETRO'S CHILD (Opera prima / First feature)

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Il Bambino di Vetro
Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 80'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
Martedì 20 Ottobre h. 12.00 Sala Sinopoli - (h.11.30 the zero hunger challenge)
Martedì 20 Ottobre h. 20.30 Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Federico Cruciani

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Giacomo Cacciatore
Josella Porto
Paolo Pintacuda
Federico Cruciani
liberamente tratta da "Figlio di Vetro" di Giacomo Cacciatore, ed. Einaudi

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Duccio Cimatti

MONTAGGIO / EDITING
Edoardo Morabito

MUSICA / MUSIC
Gianni Gebbia

CAST
Paolo Briguglia
Chiara Muscato
Vincenzo Ragusa,
Claudio Collovà
Fabrizio Romano
Maziar Firouzi
PRODUTTORI / PRODUCERS
Paolo Maria Spina

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Revolver, con il sostegno della Regione Siciliana
Assessorato Turismo Sport e Spettacolo
Ufficio Speciale Cinema e Audiovisivo / Sicilia Film Commission

SINOSSI | SYNOPSIS

In una Palermo plumbea e invernale, Giovanni, un bambino di dieci anni, giunge amaramente a scoprire che nella parola “famiglia” può annidarsi il male. In una lenta e graduale presa di coscienza, il bambino metterà irrimediabilmente in crisi il legame incondizionato con suo padre Vincenzo, aprendo gli occhi su una realtà in cui le “famiglie criminali” possono essere più di una e in cui la sua stessa “famiglia naturale” nasconde un segreto capace di colpire al cuore.

Palermo, Today. Vincenzo Vetro, a 40-year-old husband and loving father, works at the municipal fish market every night. But Giovanni, his 10-year-old boy, starts bitterly to discover that the word Family can easily nestle the Evil. Day by day, he gradually understands what is going on around him and in what his father is really involved in. Their relationship will be deeply disputed by a secret that Giovanni realizes his father is hiding .

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Federico Cruciani ha lavorato prevalentemente in teatro. Come regista ha messo in scena opere di vari autori tra cui Koltès, Fassbinder, Marivaux, Büchner, Fante, Bradbury, collaborando con importanti istituzioni teatrali e festival.

Federico Cruciani has worked mainly in theatre. He directed plays from different authors such as Koltès, Fassbinder, Marivaux, Büchner, Fante, Bradbury and has collaborated with important festivals and theatre institutions.

CAMPO GRANDE

Titolo originale - Original title: Campo Grande
Paese - Country: Brasile, Francia - Brasil, France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 109'
Lingua originale - Original language:
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Concorso / Competition

Screenings:
(in collaboration with Rome Film Fest)
Domenica 18 Ottobre h. 20.00 - Nuovo Cinema Aquila
Domenica 18 Ottobre h. 20.30 - EDEN

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Sandra Kogut

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Sandra Kogut
Felipe Sholl
with the collaboration of Monica Almeida

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Ivo Lopes

MONTAGGIO / EDITING
Sergio Mekler

CAST
Carla Ribas
Ygor Manoel
Rayane do Amaral
Julia Bernat
Mary de Paula
Márcio Vito
PRODUTTORI / PRODUCERS
Flávio Ramos Tambellini (Tambellini Filmes)
Laurent Lavolé (Gloria Films)

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Tambellini Filmes
Gloria Films

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Films Distribution

SINOSSI | SYNOPSIS

Ygor (8 anni) e la sorellina Rayane (6 anni) vengono abbandonati dalla madre sulla soglia della casa di Regina nell’esclusiva zona di Ipanema a Rio de Janeiro. L’improvviso ed inaspettato arrivo di questi bambini di bassa estrazione nel mondo di Regina e la ricerca della loro madre in una città resa irriconoscibile dalla modernizzazione cambierà per sempre le loro vite.

Eight-year-old Ygor and six-year-old Rayane are left by their mother on Regina’s doorstep in the upscale Rio de Janeiro neighborhood of Ipanema. The sudden and unexpected arrival of these lower class kids in Regina’s world and the search for their mother in a city rendered almost unrecognizable by massive modernization will change their lives forever.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Nata a Rio de Janeiro, Sandra Kogut ha vissuto e lavorato in Brasile, in Francia e negli Stati Uniti prima occupandosi di performance artistiche ed installazioni poi di documentari e film. Nei primi anno 90 ha diretto «Parabolic People» progetto girato tra Rio de Janeiro, Tokyo, Dakar, New York, Parigi e Mosca. Il suo lavoro, al confine tra documentario e finzione, è stato presentato al Museo d’Arte Moderna e al Guggenheim di New York. I suoi film hanno ottenuto numerosi riconoscimenti e premi. Il suo primo lungometraggio “Mutum” è stato selezionato al Festival di Cannes (Director’s Fortnight), a Toronto, Berlino, Rotterdam ed altri festival, ricevendo oltre venti premi in giro per il mondo.

Born in Rio de Janeiro, Sandra Kogut has lived and worked in Brazil, France and the USA first as an artist creating performance pieces and installations and then turning to documentary and fiction films. In the early 1990s she directed the «Parabolic People» project shot in Rio de Janeiro, Tokyo, Dakar, New York, Paris and Moscow. Her work, which blurs the border between documentary and fiction, has been featured at the Museum of Modern Art and the Guggenheim Museum (New York), the Harvard Film Archive and the Forum des Images (Paris). Kogut’s films have won many awards at venues such as the Oberhausen Film Festival, the Leipzig Documentary Film Festival, Vue sur les Docs (Marseille), the Center for Art and Media Technology (ZKM/ Karlsruhe), and the Hungarian Film Week (Budapest). Kogut’s first feature “Mutum” premiered at the Cannes Film Festival (Director’s Fortnight) and went on to numerous festivals including Toronto, Berlin, Rotterdam and others, receiving more than twenty awards worldwide.

FILMOGRAFIA | FILMOGRAPHY

2015 | CAMPO GRANDE
2011 | DIARY OF A CRISIS (USA/Brazil, documentary 52 min)
2007 | MUTUM (Brasil/France, feature 90 min)
2003 | PASSAGERS D’ORSAY [Passengers of Orsay] (France, documentary 52 min)
2001 | UN PASSEPORT HONGROIS [A Hungarian Passport] (France/Brazil/Hungary/Belgium, documentary 72 min)
1997 | ADIU MONDE OU L’HISTOIRE DE PIERRE ET CLAIRE (France, 27min)
1995 | LÁ ET CÁ [Here and there] (Brazil, short 28min)

OUT OF COMPETITION

IL PICCOLO PRINCIPE

In collaborazione con - In cooperation with: Festa del Cinema
Titolo originale - Original title: Le Petit Prince
Paese - Country: Francia - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 108'
Lingua originale - Original language: Inglese, Francese - English, French
Genere - Genre: Animazione - Animation
Alice nella Città Fuori Concorso / Out of Competition

Screenings:
(in collaboration with Rome Film Fest)
Sabato 24 Ottobre h. 16.00 - Sala Sinopoli
Domenica 25 Ottobre h. 15.30 - Alcazar

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Mark Osborne

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Irena Brignull
Bob Persichetti

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Adel Abada
Jamie Caliri

MONTAGGIO / EDITING
Matt Landon
Carole Kravetz

MUSICA / MUSIC
Hans Zimmer
Richard Harvey

VOCI / VOICES
Toni Servillo
Paola Cortellesi
Stefano Accorsi
Micaela Ramazzotti
Alessandro Gassman
Giuseppe Battiston
Pif
Alessandro Siani
PRODUTTORI / PRODUCERS
Dimitri Rassam
Aton Soumache

COPRODUCED BY LUCKY RED WITH THE PARTICIPATION OF RTI

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Orange Studio
M6 Films
Lpptv
On Animation Studios

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Wild Bunch

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Lucky Red

SINOSSI | SYNOPSIS

Un vecchio ed eccentrico aviatore e la sua nuova vicina di casa: una bambina molto matura trasferitasi nel quartiere insieme alla madre. Attraverso le pagine del diario dell'aviatore e i suoi disegni, la bambina scopre come molto tempo prima l'aviatore fosse precipitato in un deserto e vi avesse incontrato il Piccolo Principe, un enigmatico ragazzino giunto da un altro pianeta. Le esperienze dell'aviatore e il racconto dei viaggi del Piccolo Principe in altri mondi contribuiscono a creare un legame tra l'aviatore e la bambina che affronteranno insieme una straordinaria avventura, alla fine della quale la bambina avrà imparato ad usare la sua immaginazione e a ritrovare la sua infanzia. Tratto dall’omonimo e popolarissimo libro per ragazzi di Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe di Mark Osborne arriverà al cinema il 3 dicembre 2015, distribuito da Lucky Red. A 71 anni dalla sua pubblicazione, Il Piccolo Principe ha venduto 145 milioni di copie nel mondo (16 milioni soltanto in Italia) ed è stato tradotto in più di 270 lingue e dialetti. Dopo la Bibbia, il libro più tradotto nel mondo. Valori universali e senza tempo quelli narrati nel capolavoro di Saint-Exupéry: il rispetto della persona e della diversità, la salvaguardia dell’ambiente, la pace. Una favola che appassiona senza sosta generazioni di lettori di ogni età. Realizzato in animazione CGI e stop motion con un budget di 80 milioni di dollari, Il Piccolo principe è in assoluto uno dei progetti di animazione più attesi dell’anno.

Rediscover one of the most beloved stories of all time. At the heart of it all is The Little Girl, who’s being prepared by her mother for the very grown-up world in which they live – only to be interrupted by her eccentric, kind-hearted neighbor, The Aviator. The Aviator introduces his new friend to an extraordinary world where anything is possible. A world that he himself was initiated into long ago by The Little Prince. It’s here that The Little Girl’s magical and emotional journey into the universe of The Little Prince begins. And it’s where The Little Girl rediscovers her childhood and learns that ultimately, it’s human connections that matter most, and that it is only with heart that one can see rightly; what is essential is invisible to the eye.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Nato nel 1970, nominato per due volte agli Academy Ward è un regista versatile con le varie tecniche di animazione. Divenuto famoso in tutto il mondo nel 2008 con Kung Fu Panda (tra i film che hanno incassato più in assoluto). Mark ha affinato la sua abilità alla DreamWorks. Con Il Piccolo Principe vuole portare gli standard della DreamWorks nel cinema internazionale.

Born in 1970, two--‐time Academy Award nominee Mark Osborne is a filmmaker well versed in a wide range of animation technologies. He came to worldwide fame in 2008 as a director of “Kung Fu Panda” (international box office $650 million to date; one of the 10 most profitable animated movies ever made). Mark developed his skills at DreamWorks and made his mark by stepping back from a purely commercial approach without any loss of audience figures. His approach appealed to distinguished talents, who were attracted by Mark’s artistic ambition and expertise. With THE LITTLE PRINCE, he is aiming to bring the high standards he set at DreamWorks to major mainstream international cinema.

BELLE & SEBASTIEN - L'avventura continua

Titolo originale - Original title: Belle et Sébastien, L'aventure Continue
Titolo internazionale - International title: Belle & Sebastian, The Adventure continues
Paese - Country: Francia - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 97'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Avventura, Famiglia - Adventure, Family
Alice nella Città Fuori Concorso / Out of Competition

Screenings:
Venerdì 16 Ottobre h. 21.00 - Studio 3
Sabato 17 Ottobre h. 12.00 - Sala Sinopoli

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Christian Duguay

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Juliette Sales
Fabien Suarez

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Christophe Graillot

MONTAGGIO / EDITING
Olivier Gajan

MUSICA / MUSIC
Armand Amar

CAST
Félix Bossuet
Tchéky Karyo
Margaux Chatelier
Thierry Neuvic
PRODUTTORI / PRODUCERS
Gilles Legrand
Clément Miserez
Matthieu Warter

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Gaumont
Radar Films
Epithète Films

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Gaumont

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Notorious Pictures

SINOSSI | SYNOPSIS

Dopo lo straordinario successo del primo capitolo, tornano Belle & Sebastien in un’ avventura con più azione, nuovi importantissimi personaggi e sempre tante, tantissime emozioni. Sebastien attende con ansia il ritorno di Angelina che è in procinto di tornare a casa con tutti gli onori: è infatti stata insignita di una medaglia al valore per i servizi resi nel corso della guerra. Il giorno tanto atteso arriva ma Angelina rimane vittima di un terribile incidente aereo e data per morta dalle autorità locali. Sebastien però non si rassegna all’idea di averla perduta e decide di andare a cercarla insieme al nonno e al suo inseparabile amico a quattro zampe. Nel corso della spedizione di salvataggio Sebastien si troverà di fronte ad una grande scoperta che cambierà la sua vita.

September 1945. In the village, everybody is celebrating the end of the war. Sebastian has grown (the boy is now 10 years old). He and Belle are waiting impatiently for Angelina to return.But she never reaches Saint Martin. There is terrible news: Angelina was lost when her plane crashed deep in the Transalpine forest. All the villagers mourn her. All... except César. Sebastian's grandfather knows a man who could help them find Angelina. But before the boy and his dog can rescue the young woman, they must face a thousand dangers, endure a thousand ordeals and confront a secret... One that will change Belle & Sebastian's lives forever.The adventure continues...

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Christian Duguay (Outremont, 1957) è un regista canadese. Ha diretto la miniserie televisiva Il giovane Hitler nominato agli Emmy Award e trasmesso dalla CBC nel maggio 2003. Nel 2009 ha diretto una miniserie televisiva ispirata alla vita di Sant'Agostino d'Ippona. Nel 2010 la miniserie televisiva in due parti su Papa Pio XII e l'occupazione di Roma dei nazisti durante la seconda guerra mondiale. Nel 2013 Jappeloup.

He directed the Emmy nominated miniseries Hitler: The Rise of Evil, which aired on the CBC in May 2003. He is best known for directing the action films Screamers (1995) starring Peter Weller and Roy Dupuis and The Art of War (2000) starring Wesley Snipes and Michael Biehn. In 2009 he directed a television mini-series about Saint Augustine of Hippo.[2] His latest project is a two-part mini-series about Pope Pius XII and the occupation of Rome by the Nazis during World War II. In 2013 Jappeloup

IQBAL: Bambini Senza Paura

Titolo originale - Original title: Iqbal: Tale of a Fearless Child
Paese - Country: Italia, Francia - Italy, France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 86' (90' con rullo finale)
Lingua originale - Original language: Italiano, Francese, Inglese - Italian, French, English
Genere - Genre: Animazione - Animation
Alice nella Città Fuori Concorso / Out of Competition

Screenings:
Mercoledì 21 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli
Mercoledì 21 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Michel Fuzellier
Babak Payami

CHARACTERS DESIGN:
Michel Fuzellier
Chiara Molinari

DREAMS DESIGN:
Valeria Petrone

MUSICA / MUSIC
Patrizio Fariselli
PRODUTTORI / PRODUCERS
Franco Serra
Fulvia Serra
Malika Brahmi
Florent Mounier
Renaud Delourme

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Italia – Francia (Gertie srl, 2d3D Animation, Montparnasse productions)

PARTNERS
MIBACT (Ministero Italiano dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo)
UE MEDIA Program
CNC (Centre Nationale du Cinema et de l’Image Animée)
Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus
ALMED – Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo Università Cattolica del Sacro Cuore

PRODUTTORI ESECUTIVI / EXECUTIVE PRODUCERS
Franco Serra
Malika Brahmi

DISTRIBUZIONE ITALIANA/ ITALIAN DISTRIBUTION
Academy Two

SINOSSI | SYNOPSYS

Iqbal, un ragazzino sveglio e vivace di dieci anni, vive con il fratello Aziz e la madre Ashanta a Kardù, un piccolo villaggio in qualche parte povera del mondo. L’epopea di Iqbal comincia il giorno in cui decide di andare al mercato di Mapur per vendere la sua amata capretta e recuperare così i soldi necessari per pagare le medicine necessarie a curare il fratello malato. A Mapur Iqbal incontra Hakeem,  che si offre di comprargli le medicine per Aziz: in cambio, però, dovrà lavorare  nella fabbrica di tappeti del suo amico Guzman. Per quanto tempo dovrà lavorare? La risposta rimane sospesa. Guzman intuisce presto le doti di Iqbal nel disegno e nel ricamo e lo costringe in un capannone sporco e freddo a lavorare al telaio per preparare un prezioso tappeto, un  Bangapur Azzurro. Qui Iqbal incontra i suoi compagni d’avventura: Fatima, Emerson, Maria, Ben, Salman e Karim, bambini di età diverse ma con storie simili, tutte legate alla povertà. Iqbal non può far altro che cominciare a tessere il suo tappeto e pensare a come venirne fuori. Superata qualche diffidenza iniziale, nel gruppo di piccoli lavoranti comincia a farsi strada una coscienza nuova della loro condizione di piccoli schiavi ‘per sempre’.  Iqbal, però, non si dà per vinto: una volta resosi conto che il debito non si esaurirà mai malgrado le promesse di Guzman, comincia a elaborare un piano per scappare e liberare i suoi piccoli amici e consentire a tutti di tornare a casa…

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

MICHEL FUZELLIER Dopo decenni di esperienza come illustratore, regista di spot animati e direttore artistico di lungometraggi d’animazione di fama internazionale, “Iqbal: Bambini senza paura” è l’esordio alla regia nel cinema per Michel Fuzellier. Come supervisore delle scenografie e art director, il regista franco-italiano ha preso parte alla realizzazione di lungometraggi animati di successo tra cui: ‘Momo’, ‘Opopomoz’ e ‘La Gabbianella e il Gatto’ vincitore del Nastro d’argento speciale nel 1999 e del Premio del Pubblico al Montreal International Children’s Film Festival nel 2000. Sua anche una sequenza speciale del ‘Pinocchio’ di Enzo D’Alò, vincitore del Nastro d’argento 2012 e nominato come miglior film sia al Festival Internazionale del Cinema d’animazione di Annecy che agli European Film Academy awards 2013. Parallelamente alla regia di “Iqbal: Bambini senza paura”, sempre con Gertie, Fuzellier sta curando la realizzazione di altri progetti, trai quali la serie tv ‘SBRAIN!’ (52 episodi di 11 minuti ciascuno), un progetto fortemente orientato alla crosmedialità realizzato in co-produzione con RaiFiction.

BABAK PAYAMI Iraniano di nascita, canadese di adozione, al suo ritorno in Iran nel 1998 Babak Payami fonda la Payam Films Institute, con la quale relizza tre lungometraggi. Presentato nel Programma Speciale Panorama alla Berlinale del 2000 “One More Day” è il suo film di debutto alla regia. L’anno seguente il lungometraggio “Secret Ballot” è stato presentato all’interno del concorso principale della Mostra del Cinema di Venezia ed è poi stato distributito a livello interenazionale. Il terzo lungometraggio del regista, girato nell’Iran orientale al confine con Pakistan e Afganistan è “Silence Between Two Thoughts”. Nonostante il materiale originale fosse stato confiscato delle autorità governative, Payami è riuscito a ricostruire il film e a lanciarlo nel 2003 a Venezia, all’interno della Competizione Controcorrente. Tra il 2007 e il 2010 Payami è stato a capo del dipartimento Media Studio presso Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione della nota azienda di moda The United Colors of Benetton. Nel maggio 2014 Babak Payami ha istituito nel cuore di Toronto lo Imagisti Creative Studio, dedicato alla formazione, alla fotografia e alla produzione cinematografica.

SPECIAL EVENTS

GAME THERAPY

Titolo originale - Original title: Game Therapy
Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 97'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italy
Genere - Genre: Azione - Action
Alice nella Città Eventi speciali / Special Events

Screenings:
Mercoledì 21 Ottobre h. 16.30 - Sala Sinopoli
Mercoledì 21 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio
Giovedì 22 Ottobre h. 14.30 - Mazda Cinema Hall

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Ryan Travis

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Adam Lawson
Giacomo Berdini
Marco Cohen

CAST
Favij
Federico Clapis
Leonardo Decarli
Zoda
SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Indiana Production
Web Stars Channel e Pulse film

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Key Films (Lucky Red)

SINOSSI | SYNOPSIS

Francesco (Favij) sta per finire la scuola, è un ragazzo intelligente e ironico, ma la sua intelligenza e ironia si esprimono al meglio nel mondo dei videogame, in cui si rifugia per sfuggire alla realtà, che trova noiosa, limitata e pericolosamente imprevedibile. Le ore passate chiuso in camera sua al computer preoccupano i suoi genitori, che lo trascinano periodicamente da diversi psico-specialisti. Il desiderio di Francesco è di approdare su una sua personale Isola che non c’è, dove tutto quello che ha sempre sognato è possibile…ora quel desiderio sembra avverarsi. Dopo anni di lavoro è infatti riuscito entrare nel mondo virtuale, dove le obsolete leggi della fisica e della società sono superate, un universo di videogiochi, ovvero la GL (Game life) come la chiama lui. In questo mondo tutto è possibile, e Francesco ne è il deus ex machina. Finalmente ha davanti a se un mondo in cui si sente libero.

Giovanni (Federico Clapis) pluri bocciato è ancora alle superiori, bloccato dall’idea di dover fare delle scelte: l’università o il lavoro, uscire di casa o restarci ancora… insomma crescere. Sua madre lo tiene sotto controllo con l’aiuto di diversi specialisti nel tentativo di aiutarlo…Francesco svela la sua invenzione a Giovanni: ha lui la terapia perfetta per risolvere i loro problemi: la Game Therapy, ovvero l’ingresso nella realtà virtuale, arena in cui sconfiggere le loro difficoltà.

Peccato che la parola risolvere abbia per i due amici un significato “leggermente” diverso.

Game Therapy è l’action-fantasy movie che vede protagonisti Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda, le 4 webstars italiane più famose del momento che approdano per la prima volta sul grande schermo. Attesissimo dai milioni di fan dei quattro “eroi del web”, Game Therapy è stato girato tra Italia, Marocco e USA ed è prodotto da Indiana Production, Webstar Channel e Pulse film.

Pan - Viaggio sull'isola che non c'è

Titolo originale - Original title: Pan
Paese - Country: Stati Uniti - USA
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 111'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italy
Genere - Genre: Avventura - Adventure
Alice nella Città Eventi speciali / Special Events

Screenings:
Domenica 18 Ottobre h. 12.00 - Sala Sinopoli

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Joe Wright

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Jason Fuchs

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
John Mathieson
Seamus Mc Garvey

MONTAGGIO / EDITING
Paul Tothill

MUSICA / MUSIC
Dario Marianelli

CAST
Hugh Jackman
Garrett Hedlund
Rooney Mara
Levi Miller
Amanda Seyfried
PRODUTTORI / PRODUCERS
Greg Berlanti
Paul Webster
Sarah Schechter

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Warner Bros. Pictures in association with RatPac-Dune Entertainment
Berlanti Production

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
Warner Bros

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Warner Bros Italia

SINOSSI | SYNOPSIS

Peter (Levi Miller) è un dodicenne birichino con una insopprimibile vena ribelle, ma nel triste orfanotrofio di Londra dove ha vissuto tutta la vita queste qualità non sono ben viste. In una notte incredibile Peter viene trasportato dall’orfanotrofio dentro un mondo fantastico, popolato da pirati, guerrieri e fate, chiamato Neverland. E lì si ritrova a vivere straordinarie avventure e a combattere battaglie all’ultimo sangue nel tentativo si svelare l’identità segreta di sua madre, che lo aveva abbandonato tanto tempo prima, ed anche il suo posto in questa terra magica. In una squadra formata dalla guerriera Tiger Lily (Rooney Mara) e dal suo nuovo amico di nome James Hook (Garrett Hedlund), Peter deve sconfiggere lo spietato pirata Blackbeard (Hugh Jackman) per salvare Neverland e scoprire il suo vero destino: diventare l’eroe che sarà conosciuto per sempre con il nome di Peter Pan. Wright dirige Pan da una sceneggiatura di Jason Fuchs. Greg Berlanti, Sarah Schechter ed il candidato all’Oscar® Paul Webster (“Espiazione”) sono i produttori, con Tim Lewis come produttore esecutivo. Il film vede la partecipazione del candidato all’Oscar® Hugh Jackman (“I Miserabili”) nel ruolo di Blackbeard; Garrett Hedlund (“A proposito di Davis”) nel ruolo di James Hook; la candidate all’Oscar® Rooney Mara (“Uomini che odiano le donne”) nel ruolo di Tiger Lily; l’esordiente Levi Miller nel ruolo di Peter e Amanda Seyfried (“I Miserabili”) in quello di Mary. A completare il cast troviamo Adeel Akhtar (“Il Dittatore”) nel ruolo di Smee; Taejoo Na (“The Knick”) nel ruolo di Kwahu; Nonso Anozie (“Son of God”, “Espiazione”) nel ruolo di Bishop; Kathy Burke (“La Talpa”) nel ruolo di Mother Barnabas; Kurt Egyiawan (“Skyfall”) nel ruolo di Murray; Lewis MacDougall (“In the Name of the Children” per la TV Britannica) nel ruolo di Nibs e Jack Charles (“Mystery Road”) nel ruolo di The Chief/ Padre di Tiger Lily. “Pan – viaggio sull’isola che non c’è” uscirà in Italia il prossimo 12 novembre, distribuito da Warner Bros. Italia.

From director Joe Wright (Atonement, Pride & Prejudice) comes Pan, a live-action feature presenting a wholly original adventure about the beginnings of the beloved characters created by J.M. Barrie. Peter (Levi Miller) is a mischievous 12-year-old boy with an irrepressible rebellious streak, but in the bleak London orphanage where he has lived his whole life those qualities do not exactly fly. Then one incredible night, Peter is whisked away from the orphanage and spirited off to a fantastical world of pirates, warriors and fairies called Neverland. There, he finds amazing adventures and fights life-or-death battles while trying to uncover the secret of his mother, who left him at the orphanage so long ago, and his rightful place in this magical land. Teamed with the warrior Tiger Lily (Rooney Mara) and a new friend named James Hook (Garrett Hedlund), Peter must defeat the ruthless pirate Blackbeard (Hugh Jackman) to save Neverland and discover his true destiny—to become the hero who will forever be known as Peter Pan. Wright directed Pan from a screenplay written by Jason Fuchs. Greg Berlanti, Sarah Schechter and Oscar nominee Paul Webster (Atonement) produced the film, with Tim Lewis serving as executive producer. The film stars Oscar nominee Hugh Jackman (Les Misérables) as Blackbeard; Garrett Hedlund (Inside Llewyn Davis) as James Hook; Oscar nominee Rooney Mara (The Girl with the Dragon Tattoo) as Tiger Lily; newcomer Levi Miller as Peter; and Amanda Seyfried (Les Misérables) as Mary. Rounding out the cast are Adeel Akhtar (The Dictator) as Smee; Taejoo Na (The Kick) as Kwahu; Nonso Anozie (Son of God, Atonement) as Bishop; Kathy Burke (Tinker Tailor Soldier Spy) as Mother Barnabas; Kurt Egyiawan (Skyfall) as Murray; Lewis MacDougall (UK TV’s In the Name of the Children) as Nibs; and Jack Charles (Mystery Road) as The Chief.

THE ZERO HUNGER CHALLENGE

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 9'
Genere - Genre: Cortometraggio - Short film
Alice nella Città Eventi speciali / Special Events

Screenings:
Martedì 20 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli (Giornata ONU + corto) (+ Il bambino di Vetro a seguire)
Martedì 20 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Costanza Quatriglio

SOGGETTO
Costanza Quatriglio

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Sabrina Varani

MONTAGGIO / EDITING
Benedetto Atria

CAST
Leone Alazar Di Biagio
Carolina Niranjan Singh
Masomeh Zamyndoost
Meriam Faidi
Younis Hashem
Carl William Papi
PRODUTTORI / PRODUCERS
Carlo Degli Esposti

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Palomar

Cortometraggio realizzato per le Nazioni Unite nell’ambito della loro partecipazione a Expo Milano 2015 ed è ispirato al tema: “Sfida Fame Zero • Uniti per un mondo sostenibile”.
Proiettato nella stanza delle Buone Pratiche del Padiglione Zero di Expo 2015, è uno dei contenuti principali con cui l'ONU diffonde il messaggio chiave della sua partecipazione all'esposizione universale milanese: porre fine alla fame nel mondo è una responsabilità di tutti; tutti devono fare la propria parte, a partire dall'impegno a cambiare semplici azioni e decisioni quotidiane.

SINOSSI | SYNOPSIS

In una fattoria alcuni bambini imparano a seminare dalle mani esperte di vecchi contadini. Quando è l’ora di dar da mangiare alle galline, il più piccolo si accorge che un uovo, magicamente, si allontana rotolando. Quando l’uovo si ferma sul ciglio della strada, il piccolo lo raccoglie. Tornato a casa, il bambino costruisce un recinto di sassi e rametti, fa una buca nella terra e semina l’uovo. Di notte lo innaffia con cura e si addormenta accanto al recinto. Al mattino, al risveglio, si accorge che dove ha piantato l’uovo è nata una bella gallina. È tanta la gioia, che la gallina premia il bimbo facendo un altro uovo.

NOTE DI REGIA

Tutto è nato dall’immagine di un uovo che rotola e del bambino che lo raccoglie. A volte i punti di partenza sono i primi a saltare, da lì si dipanano storie che prendono il volo, strade inaspettate che hanno nei confronti della prima immagine quel debito che si ha sempre verso il primo seme di ogni racconto. A volte, invece, il punto di partenza è irrinunciabile perché necessario, basta fare largo e pulire lo sguardo. È questo il caso. Perché mai il bambino raccoglie l’uovo che rotola? Perché non vada disperso, per seminarlo, averne cura. E la cura dà i suoi frutti… una bella gallina! Io ci credo, quindi anche gli altri ci crederanno. L’azione del bambino porta con sé quanto c’è di primario; a volte non servono tanti discorsi. Raccogliendo la sfida di inventare una storia come occasione per attraversare i pilastri su cui si fondano gli obiettivi della Sfida Fame Zero, il primo passo è stato quello di trovare la chiave di lettura. Lì ho capito che la cura e l’attenzione, le azioni e i gesti sarebbero stati al centro del racconto. Ho scelto la strada del realismo magico per far coincidere il pensiero con l’azione, nel vero senso della parola; ecco perché dalla semina dell’uovo nasce la gallina. Il gesto d’attenzione è ciò che conta. Il bambino riceve il sapere dal contadino e lo porta in dono, lo restituisce; sono le piccole azioni quotidiane a diventare enormi, direi giganti. Puntando sull’aspetto figurativo di un’ambientazione che fosse al tempo stesso tanti luoghi e nessun luogo, abbiamo realizzato un mondo fatto di materie e corpi per dare valore a ogni essere umano e proporre un’idea di futuro, tanto concreta quanto possibile.

FILMOGRAFIA Costanza Quatriglio

(Palermo, 1973). Il suo primo lungometraggio, il pluripremiato L’isola, è stato presentato alla Quinzaine des Réalisateurs al 56° Festival di Cannes nel 2003. Ha realizzato molti documentari presentati nei più importanti festival internazionali, tra cui: Ècosaimale? (2000, Premio della Giuria al 18° Torino Film Festival), L’insonnia di Devi (2001, Tele +), Racconti per l’isola (2003, Mostra di Venezia), Il mondo addosso (2006, Festival di Roma, Rai 3), Il mio cuore umano (2009, Evento Speciale al Festival di Locarno, Rai 3), Terramatta (2012, Evento Speciale ai Venice Days, 69° Mostra di Venezia e vincitore del Nastro d’Argento per il Miglior Documentario 2013). Nel 2013, alla 70° Mostra di Venezia ha presentato, in Selezione Ufficiale Fuori Concorso, Con il fiato sospeso, mediometraggio con Alba Rohrwacher, vincitore del premio Gillo Pontecorvo per il Miglior Film in lingua latina e segnalato ai Nastri d’Argento per la forte commistione tra cinema del reale e cinema di finzione. Il suo ultimo film documentario Triangle ha vinto il Premio Cipputi come Miglior Film sul mondo del lavoro al 32° Torino Film Festival nel 2014 e il Nastro d’Argento per il Miglior Documentario nel 2015.

ALICE IN THE CITIES

Titolo originale - Original title: Alice in den Städten
Titolo italiano - Italian title: Alice nelle città
Paese - Country: Germania - Germany
Anno - Year: 1974
Durata - Running time: 113'
Lingua originale - Original language: Tedesco - Deutch
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Eventi speciali / Special Events

Omaggio a Wim Wenders. Film di chiusura

Screenings:
Sabato 24 Ottobre h. 11.00 - Sala Sinopoli (Premiazione)
Sabato 24 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Wim Wenders

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Wim Wenders
Veith von Fürstenberg

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Robby Müller

MONTAGGIO / EDITING
Peter Przygodda
Barbara v. Weitershausen

MUSICA / MUSIC
Can
Chuck Berry
Gustav Mahler
Canned Heat
Deep Purple
Count Five
The Stories

CAST
Rüdiger Vogler
Yella Rottländer
Lisa Kreuzer
Edda Köchl
Ernst Boehm
Sam Presti
Lois Moran
Didi Petrikat
Hans Hirschmüller
Wim Wenders
PRODUTTORI / PRODUCERS
Wim Wenders
Peter Genée
Veith von Fürstenberg

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Produktion 1 in Filmverlag der Autoren (Munich)

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTIONS
HanWay Films

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
VIGGO Srl in collaborazione con RIPLEY’S FILM Srl

Versione restauro digitale 2K
Wim Wenders Stiftung, 2014
realizzato da ARRI Film & TV Services Berlin con la supervisione di Donata e Wim Wenders

SINOSSI | SYNOPSYS

Phillip è un giovane giornalista e fotografo tedesco che, deluso dall'America, decide di tornare in Germania. All'aeroporto una donna lo prega di portare con sé in Olanda la figlia di nove anni: lei li raggiungerà il giorno dopo. Phillip e Alice arrivano ad Amsterdam, ma la madre della bambina non si fa viva e allora partono alla sua ricerca. Prima di trovarla, Phillip e Alice stringono un profondo rapporto di amicizia portatore di fiducia nella vita.

The journalist Philip Winter wants to write a story about America. Butwhen he’s unable to deliver the text and has only managed to collecta series of Polaroids, he disappointedly prepares to travel back home to Germany. When his flight is delayed, he reluctantly agrees to take care of little Alice, because her mother, who he has met in New York the day before, still has pressing business to attend to in the city. In Amsterdam, the mother fails to show up as they had agreed. So Winter and Alice set out on their way to the Ruhr region to search for Alice’s grandmother. Over the course of their common odyssey their initial dislike for each other is transformed into heart-felt affection. ALICE IN THE CITIES is technically Wenders’ fourth film, although he himself often refers to it as “his first own one”, as it was with ALICE that he discovered road movies as a genre, at least for himself. It is also his first film to be shot partially in the USA, and the first with his alter ego Phillip Winter (Rüdiger Vogler). ALICE has often been compared to Charlie Chaplin’s THE KID (1921). The film received the German Critics’ Prize in 1974. (Wim Wenders Stiftung. A Foundation)

PANORAMA in collaborazione con il

RAGING ROSE

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Crache Coeur
Paese - Country: Francia, Polonia - France, Poland
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 80'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Mercoledì 21 Ottobre h. 22.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Julia Kowalski

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Julia Kowalski

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Simon Beaufils

MONTAGGIO / EDITING
Martial Salomon

MUSICA / MUSIC
Daniel Kowalski

CAST
Liv Henneguier
Yoann Zimmer
Andrzej Chyra
Artur Steranko
Léa Mesnil
PRODUTTORI / PRODUCERS
Mina Driouche
Valérie Donzelli
Jérémie Elkaïm
Maria Blicharska
Monika Sajko Gradowska

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Les Films de Françoise (France)
Donten & Lacroix (Poland)

WITH THE SUPPORT OF POLISH FILM INSTITUTE
CONSEIL REGIONAL DE BRETAGNE
CINE +
MEDIA CREATIVE EUROPE
ARTE COFINOVA


DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Alpha Violet

SINOSSI | SYNOPSIS

Jozef, un operaio polacco, arriva in Francia per lavorare nei cantieri, ma anche per ritrovare suo figlio Roman, che ha abbandonato 15 anni prima. La figlia del suo capo, Rose, un’adolescente nel vivo del suo risveglio sessuale, gli offre il suo aiuto per cercarlo. Finisce così per innamorarsi perdutamente di Roman e il loro incontro avrà un impatto inaspettato sulle vite di entrambi.

Jozef, a blue-collar Pole, arrives in France to work in construction, but also to find his son Roman, whom he abandoned 15 years earlier. His boss’s daughter, Rose, a teenager in the tumult of sexual awakening, offers to help him in his search. She ends up falling desperately in love with Roman, their encounter having an unexpected impact on both their teenage lives.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Nata in Francia nel 1979 da genitori polacchi, Julia Kowalski intraprende una ricerca di identità dirigendo il suo primo documentario, che l’ha portata alle sue radici. Da quel momento in poi ha scelto di continuare i temi che le sono cari: il lavoro della classe operaia, la Polonia, l’adolescenza, la famiglia, la sessualità. Il suo primo cortometraggio, Musique de Chambre, è stato selezionato da molti festival, inclusi Clermont-Ferrand, Brest, Indie Lisboa, Tampere e Recife. Raging Rose è il suo primo lungometraggio, per cui ha vinto il Sopadin Award per la migliore sceneggiatura nel 2014. Nel 2015 il film è stato presentato nella selezione di ACID a Cannes in Anteprima mondiale.

Born in France in 1979 to Polish parents, Julia Kowalski embarked on a quest for identity in directing her first documentary, which took her back to her roots. Since then she has continued to explore her preferred themes: the working-class environment, Poland, adolescence, family, sexuality. Her short film, Musique de Chambre, was selected at many festivals, including Clermont-Ferrand, Brest, Indie Lisboa, Tampere, and Recife. Raging Rose is her first feature-length movie, and it won the Sopadin Award for Best Screenplay in 2014. It has been presented in Cannes in the Acid 2015 selection as a World Premiere.

THE NEW KID

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Le nouveau
Paese - Country: Francia - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 80'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Commedia - Comedy
Alice nella Città Panorama Special

Screenings:
Martedì 20 Ottobre h. 18.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Rudi Rosenberg

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Rudi Rosenberg

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Nicolas Loir

MONTAGGIO / EDITING
Julie Lena

MUSICA / MUSIC
Pascal Mayer
Steve Bouyer

CAST
Raphael Ghrenassia
Johanna Lindstedt
Max Boublil
Géraldine Martineau
Joshua Raccahanna
PRODUTTORI / PRODUCERS
Mathias Rubin
Eric Juherian

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Recifilms (Möbius)

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Indie Sales

SINOSSI | SYNOPSIS

Benoit, 14 anni, lascia la campagna per trasferirsi a Parigi. Il primo giorno di scuola si rivela più difficile del previsto e viene immediatamente isolato. Finché un giorno, Johanna, una giovane ragazza svedese arriva in classe. Benoit decide di organizzare una festa a casa ma solo tre persone si presentano: tre nerd. Ma insieme trascorreranno la notte più incredibile della loro vita. Finalmente accettati dagli altri compagni di classe, Benoit e i suoi tre amici diventano popolari nella scuola. Ora però Benoit deve scegliere se tornare dai suoi veri amici su cui può contare o se restare ad essere “il ragazzo popolare” e cercare di conquistare così Johanna.

Benoit, 14 y.o., leaves the country-side for Paris. His first day at school turns out to be more difficult than expected, and he quickly becomes isolated. Until one day, Johanna, a new Swedish girl arrives in class. Benoit decides to throw a party at home but only three people show up… three nerds, Aglaée, Red Head and Constantin. Against all odds, they have the greatest night together. Finally accepted by the other upper class clique, he drops his three friends to become popular. Will he come back to his real friends, the ones he can truly count on, or will he stay « the popular guy » to get Johanna?

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Rudi Rosenberg ha iniziato la sua carriera come attore, ma molto presto ha sentito l’esigenza di passare dall’altra parte della camera e ha così deciso di iniziare la EICAR Film School per studiare regia. Incuriosito dal modo naturale di recitare degli adolescenti, in breve tempo i ragazzi sono diventati il centro della sua ricerca. Nel 2010 ha diretto il cortometraggio Anglaée, che è stato selezionato in più di 20 festival internazionali e ha ricevuto 15 premi. The New Kid è il suo primo lungometraggio.

Rudi Rosenberg started out as an actor, but he soon felt the need to get behind the camera and decided to attend the EICAR Film School to study directing. Stimulated by the natural acting skills of teenagers, children are central to his work. He directed Aglaée in 2010, which was selected for more than 20 international festivals and received 15 awards. The New Kid is his first feature film.

LONG WAY NORTH

Titolo originale - Original title: Tout en Haut du Monde
Paese - Country: Francia, Danimarca - France, Denmark
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 81'
Lingua originale - Original language: Francese - French
Genere - Genre: Animazione - Animation
Alice nella Città Panorama Special

Screenings:
Sabato 17 Ottobre h. 18.00 - Nuovo Cinema Aquila
Domenica 18 Ottobre h. 15.00 - Mazda Cinema Hall

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Rémi Chayé

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Claire Paoletti
Patricia Valeix

ANIMAZIONE / ANIMATION
Andrzej Radka
Lionel Marchand

MONTAGGIO / EDITING
Mathieu Brisebras

MUSICA / MUSIC
Camillevis Théry

VOCI / VOICES
Christa Théret
Feodor Atkine
Thomas Sagois
Rémi Caillebot
Audrey Sablé
PRODUTTORI / PRODUCERS
Ron DYENS (Sacrebleu Productions)
Henri MAGALON (MAYBE MOVIES)
Claus TOKSVIG KJAER (NORLUM)

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Sacrebleu Productions
Maybe Movies
Norlum

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
UDI – Urban Distribution International

SINOSSI | SYNOPSIS

Sasha, una giovanissima aristocratica russa alla fine del XIX secolo, sogna il Grande Nord e si strugge per Oloukine suo nonno, un rinomato scienziato ed esploratore dell’Artico, che non ha mai fatto ritorno dall’ultima esplorazione alla conquista del Polo Nord. Lui ha trasmesso la sua vocazione a Sasha che certo non sta soddisfacendo le aspettative dei genitori che già hanno organizzato per lei le nozze. Sasha si ribella a questo destino e decide di raggiungere Oloukine verso il Grande Nord.

Sasha, a young Russian aristocratic girl at the end of the 19th century, dreams of the Great North and anguishes over the fate of her grandfather Oloukine, a renowned scientist and Arctic explorer, who has yet to return from his latest expedition to conquer the North Pole. Oloukine has passed on his calling as an explorer to Sasha, but her parents, who have already made the arrangements for their daughter’s marriage, do not approve in the least. So Sasha rebels against her destiny, flees her home and resolves to go join Oloukine… a long way North.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

2015: “Tout en haut du monde” (Longway North), long feature project written by Claire Paoletti and Patricia Valeix.
2011: Storyboard supervision for “Pourquoi j’ai pas mangé mon père”, by Jamel Debbouze,
Moonscoop / Pathé, Paris 2009-2010: First assistant director for “ Le Tableau” by Jean-François Laguionie,
Blue Spirit Animation 2008: Storyboard for “Kérity, la maison des contes”, by Dominique Montferry, Alphanim, Paris.
2005-2007: First assistant director, storyboard, lay-out supervision for the Oscar Nominated “Brendan and the Secret of Kells” by Tomm Moore, Les Armateurs / Cartoon Saloon, Ireland.
2004 2005: short movies “Le cheval rouge”, La Poudrière; “Grand-père”, CanalJ, La Poudrière; “Eaux fortes”, La Poudriére
2003: Creation and development of the TV serial credits “Viva Carthago”, Cinéténéfilm, Tunisia.
2002: Storyboard for the TV serial “Lost continent”, BKN, Arles.
2001: Storyboard for the TV special “Le cadeau empoisonné” by Jean-Christophe Villard, La Fabrique.
1996-1998: Storyboard for the TV serial “Princesse Shéhérazade” by Philippe Mest, Anabase.
1997: Storyboard for the TV serial “Carland Cross”, Les Armateurs.

MONITOR

Opera prima - First feature
Titolo originale - Original title: Monitor
Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 78'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Sabato 17 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Alessio Lauria

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Alessio Lauria
Manuela Pinetti

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Ferran Paredes Rubio

MONTAGGIO / EDITING
Desideria Rayner

MUSICA / MUSIC
Luca Novelli

CAST
Michele Alhaique
Valeria Bilello
Riccardo De Filippis
Claudio Gioè
Ettore Nicoletti
Caterina E. Capodilista
PRODUTTORI / PRODUCERS
Marcantonio Borghese
Taku Komaya
Kasumi Usui

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Tea Time Film
Rai Cinema

PREMI / AWARDS
Premio Solinas Experimenta – Best Screenplay

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
RAI CINEMA

SINOSSI | SYNOPSYS

In una società apparentemente perfetta, sembra che un dipendente abbia tentato il suicidio. Questo metterebbe a rischio la promozione di Paolo, primo tra i “monitor”. I “monitor” sono coloro che ascoltano gli sfoghi dei dipendenti, per migliorare la loro vita nella Società. Forse la società non è così perfetta come la si vorrebbe far credere? Un presente parallelo al nostro. L’ambizione? Lavorare nelle grandi aziende fuori dalla metropoli. Nessuna videosorveglianza, tanta umanità. Qui è nata una nuova figura professionale, il Monitor. Nell’anonimato della sua postazione, ha il compito di ascoltare sfoghi, dubbi e paure degli altri lavoratori, che ogni giorno fanno la fila fuori dalle Sale di Ascolto. Il protagonista è proprio un Monitor, uno dei migliori dell’Azienda, scelto anche per il forte individualismo, la scarsa propensione all’empatia, il rifiuto di credere in un destino superiore. Il caso gli regala un incontro con una dipendente in crisi. Riconoscerla, in un secondo momento, dalle confidenze in Sala, farà crollare le sue certezze. 

A parallel world. The leading ambition? To work in large companies outside the metropolis. No video surveillance, so much humanity. Here is born a new profession, the "Monitor". In the anonymity of his post, he has the task of listening outbursts, doubts and fears of the other workers, who every day are lining up outside of the "Hall of Listening".

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Alessio Lauria è nato nel 1981 a Busto Arsizio (Varese) ed è cresciuto a Como. Si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna. Attualmente vive e lavora a Roma. Nel 2010 ha frequentato il Corso di formazione e perfezionamento per sceneggiatori RAI-Script. Nel 2011 vince la seconda edizione di “Talenti in Corto”, concorso promosso dal Premio Solinas e Gratta e Vinci, grazie al quale esordisce alla regia con “Sotto casa”, cortometraggio vincitore di numerosi premi, tra cui una menzione speciale ai Nastri d’Argento 2012. Sempre nel 2011 vince il Premio Solinas “Experimenta” con Monitor, soggetto scritto con Manuela Pinetti, da cui è tratto il suo primo lungometraggio.

Alessio Lauria was born in 1981 in Busto Arsizio (Varese) and grew up in Como. He graduated in Communication Sciences in Bologna. He currently lives and works in Rome. In 2010 he attended a course of training and development for screenwriters RAI-Script. In 2011 he won the second edition of "Talents in Short", a competition sponsored by the Solinas Award and Gratta e Vinci, by which his directorial debut with "Sotto casa", short film won several awards, including a special mention at the Nastri d’Argento in 2012. Also in 2011 he won the Solinas "Experimenta" with Monitor, subject written with Manuela Pinetti, that inspired his first feature film.

STREET OPERA

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 70'
Genere - Genre: Documentario - Documentary
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Venerdì 16 Ottobre h.22.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Haider Rashid
PRODUTTORI / PRODUCERS
Haider Rashid
Omar Rashid

PRODUTTORE ASSOCIATO / ASSOCIATE PRODUCERS
Aleksandra Jeglinska

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Radical Plans
Gold

SINOSSI | SYNOPSYS

Street Opera è un viaggio all’interno del rap italiano e del suo pubblico attraverso il ritratto di cinque rapper simbolo di correnti e periodi diversi. Clementino, Gué Pequeno, Danno, Tormento ed Elio Germano ci trasportano in un mondo nato oltre vent’anni fa alla periferia della musica italiana, ed arrivato in vetta alle classifiche, diventando la musica più in voga fra i giovani, che da essa si sentono rappresentati. Il ventennio italiano 1994-2014 è rappresentato attraverso un ritratto impressionistico di questi cinque artisti e della loro esperienza sul palco, mostrando il lato vero di questa cultura e degli artisti che la praticano: l’impegno, la passione e la volontà di diventare maestri di rime.

I PROTAGONISTI
CLEMENTINO: Considerato l’erede di Jovanotti. Un disco d’oro. Il suo ultimo album “Miracolo” è entrato subito al primo posto in classifica. E’ stato il main act del concerto del Primo Maggio 2014.
GUÉ PEQUENO: Frontman dei Club Dogo. Con il suo brand di vestiti e vari business è considerato il primo imprenditore del rap italiano. Due dischi di platino.
TORMENTO: Ex cantante dei Sottotono, uno dei gruppi rap più famosi degli anni ’90, che ha venduto oltre 500mila copie dei suoi album.
DANNO: Il principale esponente della scena hip-hop underground. Il suo gruppo Colle der Fomento riempie da vent’anni i centri sociali di tutta Italia con migliaia di persone e rimane per scelta al margine dell’industria discografica.
ELIO GERMANO: Attore e rapper del gruppo Bestierare, attivo dalla metà degli anni ’90 nella scena hip-hop underground romana. Vive la musica come passione e sfogo artistico, senza alcun legame con l’industria musicale. Il suo gruppo racconta storie di grande rilevanza sociale legate al lavoro, ai diritti ed al razzismo.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Haider Rashid è nato a Firenze nel 1985 da padre iracheno e madre italiana. Ha scritto, prodotto e diretto i lungometraggi “Tangled Up in Blue”, “Silence: All Roads Lead to Music” e “Sta Per Piovere”, primo film italiano sullo ius soli e candidato ad un Ciak d’Oro, ed il cortometraggio “The Deep”, vincitore del Premio Speciale della Giuria per il Miglior Cortometraggio al Dubai International Film Festival e candidato ai Globi d’Oro 2014. “Street Opera” è il suo quarto film.

THE WOLFPACK

Opera prima - First feature
Titolo italiano - Italian title: The Wolfpack - Il branco
Paese - Country: Stati Uniti - USA
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 89'
Lingua originale - Original language: Inglese - English
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Giovedì 15 Ottobre h.14.00 - Studio 3
Venerdì 16 Ottobre h. 9.30 - Mazda Cinema Hall
Venerdì 16 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio
Sabato 17 Ottobre h. 15.00 - Mazda Cinema Hall

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Crystal Moselle

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Crystal Moselle

MONTAGGIO / EDITING
Enat Sidi

MUSICA / MUSIC
Danny Bensi
Saunder Juriaans

CAST
Mukunda Angulo
Govinda Angulo
Narayna Angulo
Bagahvan Angulo
Krisna Angulo
Jagadesh Angulo
Susanne Angulo
Oscar Angulo
PRODUTTORI / PRODUCERS
Izabella Tzenkova
Crystal Moselle
Hunter Gray
Alex Orlovsky

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Magnolia Pictures

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Wanted

SINOSSI | SYNOPSYS

I sei fratelli Angulo hanno trascorso tutta la propria vita rinchiusi in un appartamento del Lower East Side di Manhattan, lontani dalla società civile. Soprannominati “i Wolfpack”, sono straordinariamente brillanti, si sono formati studiando a casa, senza nessun conoscente al di fuori della famiglia e non sono praticamente mai usciti dal loro appartamento. Tutto ciò che conoscono del mondo esterno proviene dai film che guardano in maniera ossessiva e che rimettono in scena meticolosamente, utilizzando elaborate attrezzature sceniche e costumi fatti in casa. Per anni questo passatempo è stato per loro uno sfogo creativo e un modo per prevenire la solitudine: ma dopo la fuga di uno dei fratelli (indossando la maschera di Michael Myers per proteggersi), le dinamiche familiari sono cambiate, e tutti i ragazzi hanno cominciato a sognare di avventurarsi all’esterno. Con un accesso senza precedenti al mondo degli Angulo e al loro archivio di film, la regista esordiente Crystal Moselle realizza l’originale ritratto di una famiglia fuori dal comune. E, catturando l’eccitazione delle scoperte dei Wolfpack, racconta un’affascinante storia di formazione e diventa un esempio concreto del potere del cinema di trasformare e salvare vite.

The six Angulo brothers have spent their entire lives locked away from society in an apartment on the Lower East Side of Manhattan. Nicknamed "The Wolfpack," they're all exceedingly bright, are homeschooled, have no acquaintances outside their family and have practically never left their home. All they know of the outside world is gleaned from the films they watch obsessively and recreate meticulously, using elaborate homemade props and costumes. For years this has served as a productive creative outlet and a way to stave off loneliness - but after one of the brothers escapes the apartment (wearing a Michael Meyers mask for protection), the power dynamics in the house are transformed, and all the boys begin to dream of venturing out. Armed with unprecedented access into the subjects' world and vast archive of home movies, first-time director Crystal Moselle crafts a fascinating portrait of an extraordinary family, capturing the thrill of the Wolfpack's discoveries without skirting the darker questions of abuse and confinement that weigh upon all of them. THE WOLFPACK charts a fascinating coming of age story and becomes a true example of the power of movies to transform and save lives.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

CRYSTAL MOSELLE è una regista residente a New York che ha lavorato come regista di cortometraggi e serie negli ultimi dieci anni. La sua serie “Something Big, Something Small” con protagonisti Pharrel Williams, Aurel Schmidt e Shepard Fairey è stata ripresa dal New York Times. Ha inoltre prodotto il documentario girato da Jim Jarmush, EXCAVATING TAYLOR MEAD, un ritratto dell’artista amato da Warhol che ha fatto parte della Whitney Biennial nel 2006. THE WOLFPACK è il suo primo documentario da regista.

CRYSTAL MOSELLE is a New York-based director working with short form storytelling for the past decade. Her series “Something Big, Something Small” featuring Pharrel Williams, Aurel Schmidt, and Shepard Fairey was picked up by The New York Times. She also produced the feature documentary, EXCAVATING TAYLOR MEAD, a portrait of the downtown artist and Warhol Superstar which was part of the 2006 Whitney Biennial. THE WOLFPACK is her first feature length documentary.

THE BOY AND THE BEAST

Titolo originale - Original title: Bakemono no ko
Paese - Country: Giappone - Japan
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 119'
Lingua originale - Original language: Giapponese - Japanese
Genere - Genre: Animazione - Animation
Alice nella Città Panorama Special

Screenings:
Domenica 18 Ottobre h. 18.00 - Cinema Avorio
Giovedì 22 Ottobre h. 14.00 - Sala Sinopoli

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Mamoru Hosoda

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Mamoru Hosoda

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Takashi Omori
Yohei Takamatsu
Yoichi Nishikawa

MONTAGGIO / EDITING
Shigeru Nishiyama

MUSICA / MUSIC
Masakatsu Takagi
PRODUTTORI / PRODUCERS
Seiji Okuda

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Studio Chizu

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Gaumont

DISTRIBUZIONE ITALIANA / ITALIAN DISTRIBUTION
Lucky Red

SINOSSI | SYNOPSYS

Il film, ambientato nella Tokyo di oggi è una storia di addestramento con protagonista un bambino che viene separato dai suoi genitori e diventa discepolo di un bakemono, una creatura sovrannaturale. Una storia tradizionale ma allo stesso tempo insolita. La storia è ambientata infatti sia nel mondo degli umani (il quartiere Shibuya di Tokyo) che in quello dei bakemono (Shibutenmachi), due mondi che non devono mai intersecarsi. Un giorno, un bambino solitario finisce nel mondo dei bakemono, finendo per diventare il discepolo di uno di loro, Kumatetsu, che lo ribattezza col nome di Kyuuta.

A young boy in modern-day Tokyo stumbles into an alternate dimension and becomes the apprentice to a bearlike warrior, in this stunning animated fantasy from writer-director Mamoru Hosoda. On the run and hiding from his extended family and the police after the death of his mother, lonely nine-year-old Kyuta heads down a corridor between two buildings in Tokyo's Shibuya district. There he stumbles upon the alternate dimension of Jutenkai, a world inhabited by beasts, and where humans are not welcome.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Mamoru Oshoda, nato a Toyama (Giappone), ha lavorato a numerose serie animate e diretto vari lungometraggi, tra cui One Piece: Baron Omatsuri and the Secret Island (05), The Girl Who Leapt Through Time (06), Summer Wars (09), Wolf Children (12), e The Boy and the Beast (15).

Mamoru Hosoda was born in Toyama, Japan. He has worked on numerous animated series and directed the features One Piece: Baron Omatsuri and the Secret Island (05), The Girl Who Leapt Through Time (06), Summer Wars (09), Wolf Children (12), and The Boy and the Beast (15).

CLOSET MONSTER

Opera prima - First feature
Paese - Country: Canada - Canada
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 90'
Lingua originale - Original language: Inglese - English
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Sabato 17 Ottobre h. 22.00 - Nuovo Cinema Aquila
Domenica 18 Ottobre h. 22.00 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Stephen Dunn

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Stephen Dunn

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Bobby Shore csc

MONTAGGIO / EDITING
Bryan Atkinson

MUSICA / MUSIC
Maya Postepski
Todor Kobakov

CAST
Connor Jessup
Aaron Abrams
Joanne Kelly
Aliocha Schneider
Jack Fulton
Sofia Banzhaf
Mary Walsh
Isabella Rossellini (voce/voice)
PRODUTTORI / PRODUCERS
Kevin Krikst
Fraser Ash
Edward J. Martin

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Rhombus Media
Best Boy Entertainment

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Fortissimo Films

SINOSSI | SYNOPSYS

Closet Monster racconta la storia di Oscar Madly (Jessup), un adolescente creativo e motivato che esita a diventare adulto. Destabilizzato dai suoi strani genitori, insicuro della sua sessualità, ossessionato delle immagini di un pestaggio di gay a cui ha assistito da piccolo, Oscar sogna di scappare dalla città che lo sta soffocando. Un criceto parlante, la sua immaginazione e la prospettiva di un amore, lo aiuteranno a confrontarsi con i suoi demoni surreali e a scoprire se stesso.

CLOSET MONSTER tells the story of Oscar Madly (Jessup), a creative and driven teenager who hovers on the brink of adulthood. Destabilized by his dysfunctional parents, unsure of his sexuality, and haunted by horrific images of a tragic gay bashing he witnessed as a child, Oscar dreams of escaping the town he feels is suffocating him. A talking hamster, imagination and the prospect of love help him confront his surreal demons and discover himself.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Stephen Dunn ha studiato presso il Norman Jewison’s Canadian Film Centre e la Ryerson University’s Film Program. I suoi cortometraggi LIFE DOESN’T FRIGHTEN ME, WE WANTED MORE and SWALLOWED sono stati prentati in tutto il mondo ed hanno ottenuto numerori riconoscimenti e premi in festival importanti come Tribeca, Toronto e Monaco. Recentemente ha debuttato al Sundance in una serie chiamata POP-UP PORNO. CLOSET MONTER è il suo primo lungometraggio.

Stephen Dunn is an award-winning filmmaker and graduate of Norman Jewison’s Canadian Film Centre and Ryerson University’s Film Program. His short films, LIFE DOESN’T FRIGHTEN ME, WE WANTED MORE and SWALLOWED have screened around the world and won awards at festivals such as the Tribeca, Toronto and Munich International Film Festivals. Most recently Dunn debuted three films at Sundance in a series called POP-UP PORNO. Dunn recently completed his first feature, CLOSET MONSTER, starring Connor Jessup and Isabella Rossellini.

Director’s Selected Filmography:
2015 - Closet Monster (feature)
2015 - Pop Up Porno (series of short films)
2014 - We Wanted More (short)
2012 - Life Doesn’t Frighten Me (short)
2011 - Swallowed (short)
2009 - The Hall (short)

SPLEEPING GIANT

Paese - Country: Canada - Canada
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 89'
Lingua originale - Original language: Inglese - English
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Giovedì 22 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Andrew Cividino

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Andrew Cividino
Aaron Yeger
Blain Watters

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
James Klopko

MONTAGGIO / EDITING
James Vandewater

MUSICA / MUSIC
Chris Thornborrow
Bruce Peninsula

CAST
Jackson Martin
Reece Moffett
Nick Serino
David Disher
Erika Brodzky
Rita Serino
Katelyn McKerracher
Kyle Bertrand
Lorraine Philp
PRODUTTORI / PRODUCERS
Karen Harnisch
Aeschylus Poulos
Marc Swenker
Aaron Yeger
James Vandewater

SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Film Forge Productions Inc. in coproduction with Hawkeye Pictures

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
Seville International

SINOSSI | SYNOPSYS

Adam trascorre le vacanze estive con i suoi genitori sul lago. La monotonia della routine viene spezzata quando incontra Riley e Nate, spiritosi cugini che passano la maggior parte del tempo libero con spericolatezza, lanciandosi dalla scogliera. La rivelazione di un segreto che ferisce innesca nella vita di Adam una serie di eventi irreversibili che metterà alla prova la loro amicizia e li cambierà per sempre.

Teenager Adam is spending his summer vacation with his parents on rugged Lake Superior. His dull routine shatters when he befriends Riley and Nate, smart aleck cousins who pass their ample free time with debauchery and reckless cliff jumping. The revelation of a hurtful secret triggers Adam to set in motion irreversible events that test the bonds of friendship and change the boys forever.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Andrew Cividino cresciuto a Dundas, Ontario, Canada ha frequentato il programma di produzione cinematografica alla Ryerson University.

Andrew Cividino grew up in Dundas, Ontario, Canada and attended the film production program at Ryerson University.  Filmography

Filmography
2015 - SLEEPING GIANT
2014 - SLEEPING GIANT (S)
2012 - YELLOW FISH (S)
2011 - WE ATE THE CHILDREN LAST (S)

ALIAS MARIA

Paese - Country: Colombia - Argentina - France
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 92'
Lingua originale - Original language: Spagnolo - Spanish
Genere - Genre: Drammatico - Drama
Alice nella Città Panorama

Screenings:
Venerdì 23 Ottobre h. 18.30 - Cinema Avorio
Sabato 24 Ottobre h. 22.30 - Cinema Avorio
Domenica 25 Ottobre h. 18.00 - Alcazar

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
José Luis Rugeles Gracia 

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Diego Vivanco

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Sergio Ivan Castaño

MONTAGGIO / EDITING
Delfina Castagnino

MUSICA / MUSIC
Camilo Sanabria

CAST
Karen TORRES
Carlos CLAVIJO
Erik RUIZ
Anderson GÓMEZ
SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Rhayuela Cine
Sudestada Cine
Axxon Films

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE / INTERNATIONAL DISTRIBUTION
UDI

SINOSSI | SYNOPSYS

Maria è una guerrigliera di 13 anni che, mentre mantiene il segreto della nascita del figlio del comandante, deve decidere cosa fare del bambino che lei stessa sta aspettando. Attraverso i suoi occhi, vediamo il paesaggio desolato del conflitto armato in Colombia.

Maria, a 13-year-old guerrilla soldier, is given a mission to complete along with 3 other soldier-kids: bring the commander’s newborn baby to safety in a neighboring town. But nobody knows the secret she is hiding: Maria is pregnant, and having a child is forbidden in the guerrilla. During the mission her secret is revealed and she runs away to avoid being forced to abort. Through Maria’s eyes we experience the devastating results of Colombia’s armed conflict: towns ravaged by massacres, peasants trapped in the cross-fire, parents who have lost their children, and kids trying to grow up normally amid the carnage. Thanks to a new instinct born inside her, Maria will find the strength to look for a new life.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

The director José Luis Rugeles Gracia has just finished his new feature Alias Maria, after his debut film, Garcia (2010) that won prizes like the Moviecity Best Film Award in Cartagena or the best actress in Granada, Brasil. In Brasil he directed the award winning short film The Comodo Dragon. He has a wide experience in TV commercial and music videos, he’s been recognized in Advertisement festivals like Cannes, FIAP, Caribe, Ojo de Iberoamerica, NY Festival. He directed the memorable Bolero Falaz music video for Aterciopelados rock band, one of the top 100 music videos in MTV history. He co-founded the Rhayuela Films production Company. He’s co-creator of projects like Buenaventura Mon Amour )in development) and associate producer of films like El Paramo (2011) represented with great success of Wild Bunch.

IL MIRACOLO

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian
Genere - Genre: Grottesco
Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Venerdì 23 Ottobre h. 22.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGIA E SOGGETTO
Serena Aragona
Honglei Bao
Fabrizio Benvenuto
Luca Cenname
Michele Leonardi
Alberto Mangiapane
Domenico Modafferi
Alain Parroni
Maria Giovanna Pastorino
Mario Vitale

CAST
Alessandra Costanzo
Costantino Comito
Americo Melchionda
Michele Leonardi
PRODUZIONE
Prodotto dalla divisione Factory della Fondazione Ente dello Spettacolo - FEdS (www.entespettacolo.org) e realizzato dai partecipanti alla I edizione del Laboratorio di Filmmaking che FEdS ha organizzato con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria e di Reggio Cinema, con il coordinamento del regista Fabio Mollo (Il Sud è niente, 2013).

Il Miracolo è il primo cortometraggio prodotto dalla divisione Factory della Fondazione Ente dello Spettacolo - FEdS (www.entespettacolo.org) e realizzato dai partecipanti alla I edizione del Laboratorio di Filmmaking che FEdS ha organizzato con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria e di Reggio Cinema, con il coordinamento del regista Fabio Mollo (Il Sud è niente, 2013). Il Laboratorio ha visto come docenti il regista Piero Messina (in Concorso a Venezia 72. con il filmL’attesa), il direttore della fotografia Francesco Di Giacomo, il fonico Antonio Casella, la sceneggiatrice Josella Porto, il montatore Filippo Montemurro e la scenografa Caterina Luvarà. Il cortometraggio è stato scritto e diretto dai partecipanti al Laboratorio FEdS: Serena Aragona, Honglei Bao, Fabrizio Benvenuto, Luca Cenname, Michele Leonardi, Alberto Mangiapane, Domenico Modafferi, Alain Parroni, Maria Giovanna Pastorino, Mario Vitale.

SINOSSI | SYNOPSYS

Il Miracolo è una storia di Sud, in cui sacralità e valori popolari sanno fondersi irrimediabilmente. Assuntina (Alessandra Costanzo) vive a Reggio Calabria insieme a Luisella, una gallina che da qualche tempo non depone più uova. La donna è crucciata da una lite tra i suoi due figli, Domenico e Nicola. Prova ogni giorno a riconciliare gli animi, prega e si adopera per convincere i due a tornare uniti e in pace. Nonostante i suoi sforzi, sembra non esserci modo di sistemare le cose. Fino a quando Assuntina trova per strada un'ostia. Sebbene ne sia felice e spaventata allo stesso tempo, potrebbe trattarsi proprio del miracolo che stava aspettando, dell'indicazione giusta per la strada da percorrere.

Factory FEdS

Nel 2015 la Fondazione Ente dello Spettacolo (FEdS) ha lanciato un nuovo progetto, Factory, divisione produttiva della Fondazione con finalità educational, che si pone come spazio creativo per fornire supporto tecnico e comunicativo a giovani filmmaker. La Fondazione Ente dello Spettacolo intende realizzare annualmente un laboratorio creativo, uno spazio aperto di formazione e di collaborazione per giovani di talento, italiani e internazionali, mettendo a disposizione una struttura e dei supporti tecnici, aiutando così gli aspiranti cineasti a muovere i primi passi professionali nel settore dell’audiovisivo.

IL POTERE DELL'ORO ROSSO

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 18'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian
Genere - Genre: Commedia - Comedy
Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Giovedì 22 Ottobre h. 18.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Davide Minnella

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Elena Giogli
Davide Minnella

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Alberto Marchiori

MONTAGGIO / EDITING
Massimo Modugno

MUSICA / MUSIC
Valerio Vigliar

CAST
Paolo Sassanelli
Moda Joao
SOCIETA’ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Fondazione CON IL SUD
Accademia del Cinema Ragazzi - Enziteto
Cooperativa Sociale GET

Una iniziativa di promozione sociale della FONDAZIONE CON IL SUD

SINOSSI | SYNOPSYS

ROCCO E ASAD. Il primo, un burbero contadino pugliese, il secondo, un giovane bracciante appena sbarcato sulle nostre coste. La convivenza forzata e la totale incomprensione linguistica renderanno sempre più complicato il loro rapporto…sino a quando ASAD, grazie ai suoi metodi ‘made in Africa’ farà accadere qualcosa di davvero inaspettato. 

ROCCO AND ASAD. A rude farmer from Apulia and a young day laborer just landed on the Italian shores. The forced cohabitation and the total linguistic misunderstanding makes their relationship more and more complicated… until when ASAD, thanks to his “made in Africa” ways will make something really unexpected happen.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Davide Minnella
Regista, sceneggiatore e autore televisivo. Ha frequentato il Laboratorio di Regia e Produzione cinematografica promosso dalla casa di produzione FANDANGO e si è laureato con il massimo dei voti in Relazioni Pubbliche presso lo IULM di Milano.
Nel 2014 ha debuttato come regista e sceneggiatore al cinema con il suo primo lungometraggio ‘Ci Vorrebbe un Miracolo’ con Elena Di Cioccio e Gianluca Sportelli, una commedia semiseria sui mali che affliggono il nostro mare. Il film è stato molto apprezzato dal pubblico dei festival e ha vinto numerosi riconoscimenti (Miglior Opera Prima Riff2014, Miglior Opera Prima per il Pubblico di Maremetraggio, Evento Speciale Giffoni Film Festival, Salone del Gusto ed Expo 2015, …)
Ha all’attivo da autore e regista numerose campagne pubblicitarie e quattro cortometraggi anche questi pluripremiati nei vari festival: ‘Bar’, ‘La Porta’, ‘Mai dove dovremmo essere’ con Sergio Rubini e Nino D’Agata, prodotto da Fandango in collaborazione con Sky e ‘Come si Deve’ con Piera Degli Esposti e Diane Fleri presentato in anteprima assoluta al 60° Festival di Berlino e Menzione Speciale per la Sceneggiatura ai Nastri D'Argento 2011 . Collabora attivamente con le più importanti produzioni televisive italiane e ha firmato come autore numerosi programmi televisivi di successo per Rai, Mediaset, La 7 e Sky.
‘Il Potere dell’Oro Rosso’ è il suo quinto cortometraggio.

Dopo la proiezione del cortometraggio del 22 alle 18.30 seguirà un dibattito e saranno presenti
PAOLO SASSANELLI, MODA JOAO, DAVIDE MINNELLA, I RAGAZZI DELL’ACCADEMIA DEL CINEMA ENZITETO
Con la partecipazione di CARLO VERDONE
e di
MARIO MORCONE, Capo Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno
MARCO ROSSI-DORIA, Assessore alla Scuola e allo sviluppo delle Periferie del Comune di Roma
CARLO BORGOMEO, Presidente Fondazione CON IL SUD
DON LUIGI CIOTTI*, Presidente di Libera (*in attesa di conferma)

E’ una iniziativa di comunicazione sociale promossa dalla Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Alice nella Città.

IL TEMA DI JAMIL

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 15'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian

Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Sabato 17 Ottobre h. 20.40 - Studio 3
Sabato 17 Ottobre h. 16.00 - Nuovo Cinema Aquila

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Massimo Wertmuller

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Beppe Gallo

MONTAGGIO / EDITING
Leonardo Siniscalco

MUSICA / MUSIC
Nicola Piovani
Pino Cangialosi

CAST
Pasquale Anselmo
Cesare Bocci
Joseph Cautilli
Anna Ferruzzo
Renato Scarpa

MUSICISTI / MUSICIANS
Domenico Ascione
Fabio Battistelli
Pino Cangialosi
Flavio Cangialosi
Giovanni Todaro
PRODUTTORI / PRODUCERS
Paola Porrini Bisson
Mauro Calevi

Con la partecipazione del Consiglio Regionale del Lazio
In collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione e con la partecipazione del MIUR
Con il Patrocinio del Ministero dell’Integrazione
Con il Patrocinio della Prefettura di Rieti per il Ministero dell’Interno
In collaborazione con la Rieti Film Commission

SINOSSI | SYNOPSYS

Un nazista scappa inseguito da un manipolo di ebrei ortodossi; Cortes mangia assieme a Montezuma; una donna del Ku Klux Klan bacia suo marito sulla sua guancia colorata; Riccardo cuor di leone solleva il velo di Fatima per aiutarla meglio a gustare un cucchiaio di riso. Personaggi importanti evocati da un bambino di colore di una scuola di Rieti, tutti insieme per una storia contro ogni razzismo.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Massimo Wertmuller nasce a Roma il 13 agosto 1956. Come attore esordisce in “Luci di Boheme”di R. Del Valle Inclan con la regia di Mina Mezzadri. E’tra i fondatori della compagnia di sperimentazione “La Pochade” insieme a Renato Giordano. Si diploma presso il Laboratorio di esercitazioni sceniche diretto da Luigi Proietti. Lavora per Antonello Falqui nel varietà ”Al Paradise” con il gruppo comico “La Zavorra”. Fra le sue esperienze più significative ricordiamo la seconda edizione de “D’amore si muore” di G. Patroni Griffi, insieme a Fabrizio Bentivoglio ed Edwige Fenech, nel ruolo che nella prima edizione era stato di Romolo Valli. Sempre a teatro “Gianni Ginetta e gli altri” di L. Wertmuller con Amanda Sandrelli, ”Il Pellegrino”di P. P. Palladino e “Semo o nun semo” di Nicola Piovani. Per l’edizione 2007 di “Museum”, direzione artistica Renato Carpentieri, recita in ”La donna giusta”di Sandor Marai con Anna Ferruzzo e la regia di Lello Serao. Per la radio RAI scrive e propone insieme a Bruno Maccallini e Claudia Poggiani una serie di varietà fra cui ”Rosolio”e ”Taglia e cuci”. Per la fiction televisiva ha lavorato con Antonio e Andrea Frazzi, con Carlo Lizzani, con Verdecchi, con Duccio Tessari, e ha interpretato per sei anni il commissario Pettenella nella serie “La Squadra”. Per il cinema ha lavorato con registi del calibro di Luigi Magni (“In nome del popolo sovrano”), Ettore Scola (“Il viaggio di Capitan Fracassa”), LinaWertmuller (“Scherzodeldestino…”), Umberto Marino (“Cuore cattivo”) e con Mario Monicelli, Sergio Citti e Dino Risi nel film “Esercizi di stile”. Nel 2007 affronta la sua prima regia cinematografica dirigendo a quattro mani con Anna Ferruzzo il cortometraggio ”Ad Arte”.
Nel 2007 nel film per la tv “Pane e Liberta’”, dedicato alla figura del sindacalista Giuseppe Di Vittorio, per la regia di Alberto Negrin, ha interpretato Palmiro Togliatti.

Nel 2008 e’ fra i protagonisti del film per la tv “Crociera Vianello” regia di Maurizio Simonetti.

Nel gennaio 2009 mette in scena al teatro Sala Umberto di Roma.

“I Dolori del giovane Wertmuller” di Gianni Clementi insieme al gruppo musicale Polyester. Nel 2009 e’ tra i protagonisti del film TV in due puntate “Tutta la Verita” con la regia di Cinzia Th Torrini.

Sempre per la televisione è nel cast di “Innocenti e Buonadonna” per la regia di Giulio Manfredonia. Intepreta il Generale Abrami in “RIS”con la regia di registi vari. Su Rai uno nella fiction “Atelier Fontana:le sorelle della moda” interpreta il sarto Mazzocchi, la regia è di Riccardo Milani. Nello stesso anno gira la fiction “La vita che corre” con la regia di Fabrizio Costa, nel ruolo dell’ispettore Bruni. Nel 2012 è su rai Uno tra i protagonisti della fiction”Santa Barbara”sulla vita della Santa protettrice dei vigili del fuoco. Nel 2013 ha girato con Alessandro Capone la fiction per canale 5 “I Segreti di Borgo Larici” e per Rai Uno la fiction “La bella e la bestia” regia di Fabrizio Costa.

Nel 2013 è nelle sale cinematografiche italiane con il film ”L’ultima ruota del carro” regia di Giovanni Veronesi. Attualmente è impegnato nella fiction “E’arrivata la felicità”per raiuno con la regia di Riccardo Milani e “Squadra antimafia 6” per canale 5. Sta per riprendere a teatro “Il Pellegrino” di P. P. Palladino e “Semo o nun Semo” di Nicola Piovani.

QUASI EROI

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 20', b/n
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian

Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Domenica 18 Ottobre h. 16.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Giovanni Piperno

SOGGETTO
Christian Benigni
Valentina Mazzarella

SCENEGGIATURA
Pier Paolo Piciarelli
Valentina Mazzarella
Christian Benigni
Giovanni Piperno

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Giovanni Piperno

MONTAGGIO / EDITING
Paolo Petrucci

MONTAGGIO DEL SUONO / SOUND EDITING
Marco Furlani

MUSICA / MUSIC
Nicola Piovani
Pino Cangialosi

PRESA DIRETTA
Daniele De Angelis
AIUTO REGIA
Andrea Zuliani

ASSISTENTE ALLA REGIA
Flavia Montini

ORGANIZZAZIONE
Veronica Miresse

CAST
Christian Benigni
Valentina Mazza

PRODUTTORI / PRODUCERS
Giovanni Pompili

SOCIETÀ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Tor Sapienza Film Lab

SINOSSI | SYNOPSYS

Christian ha 21 anni e Valentina 17. Stanno insieme, ma lui è disoccupato e il padre di lei non lo vede di buon occhio. Quando Valentina rimane incinta non rimane che sposarsi “prima che si veda la pancia”.

Tor Sapienza Film Lab è la scommessa di tre soggetti: Associazione Antropos, Fondazione Pianoterra Onlus e la Kino produzioni. Tre enti di diversa natura, vocazione e professionalità che si uniscono in un progetto d’inclusione sociale dando a dei ragazzi della periferia romana una penna e un foglio. Complici del progetto il regista Giovanni Piperno e lo sceneggiatore Pier Paolo Piciarelli.

SE AVESSI LE PAROLE

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 18', b/n
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian

Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Domenica 18 Ottobre h. 16.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Giovanni Piperno

SOGGETTO
Azzurra di Giuliano
Gabriele Fazi
Pier Paolo Piciarelli
Giovanni Piperno

SCENEGGIATURA
Pier Paolo Piciarelli

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Giovanni Piperno

MONTAGGIO / EDITING
Paolo Petrucci

MONTAGGIO DEL SUONO / SOUND EDITING
Marco Furlani

PRESA DIRETTA
Michelangelo Marchese
AIUTO REGIA
Andrea Zuliani

ASSISTENTE ALLA REGIA
Flavia Montini

ORGANIZZAZIONE
Veronica Miresse

CAST
Azzurra di Giuliano
Gabriele Fazi

PRODUTTORI / PRODUCERS
Giovanni Pompili

SOCIETÀ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Tor Sapienza Film Lab

SINOSSI | SYNOPSYS

A Gabriele piace Azzurra, ma è molto timido, per fortuna Azzurra è sveglia e ci pensa lei ad organizzare il primo appuntamento; ma non ha fatto i conti con il lavoro di Gabriele.

Tor Sapienza Film Lab è la scommessa di tre soggetti: Associazione Antropos, Fondazione Pianoterra Onlus e la Kino produzioni. Tre enti di diversa natura, vocazione e professionalità che si uniscono in un progetto d’inclusione sociale dando a dei ragazzi della periferia romana una penna e un foglio. Complici del progetto il regista Giovanni Piperno e lo sceneggiatore Pier Paolo Piciarelli.

SOLO PER IL WEEKEND

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 86'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian
Genere - Genre: Commedia - Comedy

Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Giovedì 15 Ottobre h. 20.00 - Studio 3
Sabato 17 Ottobre h. 22.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Director Kobayashi

SOGGETTO
Gaioni
Berdini
Maffioletti

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Scott Toler Collins

MONTAGGIO / EDITING
Director Kobayashi

CAST
Alessandro Roja
Stefano Fresi
Francesca Inaudi
Marina Rocco
Matilde Gioli
PRODUTTORI / PRODUCERS
Marco Cohen
Fabrizio Donvito
Benedetto Habib
Gianfranco Gaione
Simona Dressino

SOCIETÀ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Indiana Production Company
Director Kobayashi

SINOSSI | SYNOPSYS

Sembra Las Vegas, ma è Milano.
Aldo Broggi, uno scrittore dopato dagli psicofarmaci, viene abbandonato dalla moglie sessualmente insoddisfatta, intercettato da uno strano e truffaldino amico vegano e lanciato in una serie di esilaranti avventure, tra bische in piscina, donne sexy e misteriose valigette. Il tutto in un solo, delirante weekend.
Follia? No, solamente Milano.

It looks like Vegas, but it's Milan: Aldo Broggi, a copywriter addicted to psychiatric drugs, get dumped by his sexually unsatisfied wife. That's when he will meet an old crook friend of him, that will throw everybody in a series of situations, completely out of control. Illegal gambling houses, sexy women, mysterious briefcases, swimming pools. Total madness? Maybe...

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Gianfranco ha iniziato la sua carriera a Milano nel 1999, dove ha lavorato come VFX artist per Gabriele Salvatores, Carlo Verdone, Mario Monicelli, Pupi Avati, Guido Chiesa e molti altri. Nel 2007 ha lavorato agli effetti speciali di “la bussola d’oro”, vincitore dell’oscar in quella categoria nel 2009 e diretto da Chris Weitz, poi anche su “Hellboy 2”, “Beverly Hills Chihuahua” e ”Bedtime stories”.
A Londra ha fondato “director kobayashi” ed ha iniziato a dirigere, produrre e montare spot pubblicitari internazionali. Gianfranco è stato relatore a eventi come Pause fest, Cinesummit, Offf e la settimana del design di Kuala Lumpur. I suoi lavori sono stati pubblicati su riviste e siti internet di design e pubblicità (Computer Arts, IdN, 3D World, CG Plus, Kult, GoMotion Magazine, Shots, Boards, Stash, Brand Republic, Adweek Talent Gallery, Fubiz, Pantone Gallery, Design Taxi, etc.). Nel 2015 Gianfranco ha scritto, prodotto, diretto e montato il suo primo lungometraggio: "Solo per il weekend".

Gianfranco started his career in Milan in 1999, where he worked as a VFX artist for Gabriele, Carlo Verdone, Mario Monicelli, Pupi Avati, Guido Chiesa and many more. In 2007 he worked on the VFX Oscar winner “The Golden Compass”, directed by Chris Weitz, and then on “Hellboy 2”, “Beverly Hills Chihuahua” and ”bedtime stories”. While in London he founded his own production company, Director Kobayashi, and started directing, producing and editing international TV commercials. Gianfranco has been a key speaker at events like Pause, Cinesummit, Offf and Kuala Lumpur Design Week. He was featured in many well-known design and advertising magazines (Computer Arts, IdN, 3D World, CG Plus, Kult, GoMotion Magazine) and web sites (Shots, Boards, Stash, Brand Republic, Adweek Talent Gallery, Fubiz, Pantone Gallery, Design Taxi, etc.) In 2015 Gianfranco written, directed, produced and edited his first feature film: "only for the weekend"

THE ANSWER (la risposta siamo noi)

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 71'
Lingua originale - Original language: Italiano - Italian

Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Venerdì 23 Ottobre h. 21.00 - Studio 3
Sabato 24 Ottobre h. 20.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Ludovico Fremont

SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
Ludovico Fremont
Giacomo Mangiaracina
Anna Parravicini
Riccardo Stuto

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Fabrizio Accettulli

MUSICA / MUSIC
Romantic Lies

MONTAGGIO / EDITING
Leonardo Siniscalco

CAST
Filippo Laganà
Neva Leoni
Andrea Dianetti
Federica Marcaccini
Luca Cesa
Ada Roncone
Francesco Pannofino
Massimo Poggio
Luigi Diberti
Roberto Ciufoli
Pietro DeSilva
PRODOTTO DA
La Fondazione Il Sangue

PRODUZIONE ESECUTIVA
Herbert Simone Paragnani per Red Wedge srl

SINOSSI | SYNOPSYS

Angel, un giovane studente universitario, decide di passare una vacanza al lago coi suoi amici più cari. Il malore improvviso di Amelie porta lui e il gruppo a investigare su un gruppo di misteriosi inquinatori senza scrupoli, dietro il quale si cela il più insospettabile dei responsabili, proprio mentre un misterioso essere segue il gruppo di amici nelle sue indagini… qualcuno che sembra conoscere le risposte alle domande di Angel il motivo del suo legame empatico con la Natura e a quei “poteri” che il ragazzo sente affiorare senza riuscire a gestire...

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Classe 1982, Ludovico Fremont frequenta l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico diplomandosi nel 2004. Sempre nel 2004 prende parte allo spettacolo teatrale La Centaura con Mariangela Melato diretto dal Maestro Luca Ronconi. Prosegue nel 2006 fino al 2008 nelle rassegne teatrali Imperatori alla Sbarra con Adriana Asti, Paolo Bonacelli, diretti dal maestro Giorgio Ferrara. In seguito diventa membro di The Actor's Center di Roma, diretto da Michael Margotta nel 2008.

Esordisce in TV nella seconda serie di Lui e lei (1999) e nel 2006 raggiunge la popolarità partecipando alla serie televisiva I Cesaroni. Nel 2007 arriva sul grande schermo con il film Scrivilo sui muri in cui è protagonista insieme a Cristiana Capotondi per la regia di Giancarlo Scarchilli.

Successivamente nel 2009 girerà il film Sei giorni sulla terra diretto da Varo Venturi e il film Natale a Rio per la regia di Neri Parenti con Christian De Sica. Nell'estate dello stesso anno lavora in Sudafrica con la BBC nel film televisivo The Sinking of the Laconia nel ruolo di Vincenzo Digiovanni. Nel 2013 è protagonista dello spettacolo teatrale Il Marito di Mio Figlio diretto da Daniele Falleri. Per conto della Lux Vide entra a far parte del cast di Che Dio Ci Aiuti 2. Sempre nel 2013 interpreta il ruolo di "Cris" nel film prodotto da Massimo Ferrero Presto farà giorno: nel cast con Chiara Caselli, Valerio Morigi e Jordi Mollà.

Nel 2015 è protagonista dello spettacolo teatrale Uomini Senza Donne scritto e diretto da Angelo Longoni e gira il lungometraggio The Answer (la risposta siamo noi).

TOO MUCH STRESS FROM MY HEART

Paese - Country: Italia - Italy
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 60'
Lingua originale - Original language: Inglese, Francese, Spagnolo - English, French, Spanish
Genere - Genre: Docufilm

Alice nella Città Panorama in collaborazione con KINO

Screenings:
Lunedì 19 Ottobre h. 18.30 - Cinema Avorio

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Ludovica Lirosi

SOGGETTO
Ludovica Lirosi

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Ludovica Lirosi

MUSICA / MUSIC
Andrés Arce Maldonado dall’album ‘Odore di Sabbia’!
Ludovica Lirosi titoli di coda dall’album ‘Dale’!
Ludovica Lirosi basi musicali che cantano i ragazzi immigrati

CAST
Ousman Ndure
Buba Jamada
Pedro Oswe
Camara Silli
Moussa Konate
Vincet Iluobe
Ehidiamhen Festus
Edegba Emmanuel
Ehioma Nasabata
Obi Jheold
Herny Ezeh
Eugen Wisdom
Akeuewanbhor Joses
Amos Alohan
Samo Bakary
Sowe Haruna
Sarabouno Kalilou
Sanna Sonko
Iyoha Isaal
Ibrahim Konate
Iboi Oyakhilomen
Koulobali Mohammed
Doukassy Boubale
Mohammed Oyueea
SOCIETÀ DI PRODUZIONE / PRODUCTION COMPANIES
Luli Film di Ludovica Lirosi

SINOSSI | SYNOPSYS

Due sono le sfaccettature del deserto del Sahara: la bellezza delle dune che raccontano un paesaggio e culture antiche e bellissime, ci trasmettono una tranquillità e un grande senso di benessere. Poi il suo rovescio, luogo di transito cupo, angoscioso dove quotidianamente si consuma una tragedia umana di immensa portata. Ecco dunque il deserto diventare protagonista di morte per migliaia di migranti che lo attraversano ogni giorno in cerca di salvezza. L’Italia, nazione protagonista nello svolgersi di un ruolo fondamentale nel Mediterraneo, si presta al soccorso di immigrati che approdano ogni giorno sulle nostre coste. Le ragioni di questo massiccio esodo sono diverse, ma una cosa accomuna tutti i migranti, il salvarsi la vita. I protagonisti di questo racconto sono ventitré giovani migranti i quali, attraverso il canto, la poesia ed il ballo a ritmo di rap, soul, hip hop e musica africana, sveleranno le loro storie, i loro racconti di vita. La musica che hanno nel sangue non li abbandona mai, la ricerca di una nuova vita accompagna il loro sorriso e la loro vitale gioia, un filo che li unisce e li proietta verso il futuro.

The Sahara desert present two facets: the beauty of the dunes, telling us of ancient and beautiful cultures and landscapes, transmitting great serenity and well being. We then have the other side, a land of transit, of anguish, of darkness, daily witnessing a human tragedy of immense proportions. Hence the desert, becoming center stage to the death for thousands of migrants crossing these lands searching for a lifeline. Italy, the protagonist nation, playing a key role in the Mediterranean, providing assistance and rescue to migrants landing daily on it's shores. The reasons behind this massive exodus are diverse but one thing is shared by all migrants, the need to save one’s life. The protagonists of this narrative are twenty-three young migrants, unveiling their real life stories through poetry and dance at the rhythm of rap, soul, hip-hop and african music. The music, running in their veins never abandons them, the search of a new life accompanies their smiles, their vital joy, a thread uniting and projecting them forward into the future.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Attrice e regista Italiana nata a Roma 07 Aprile 1991. Ha iniziato a studiare all’età di 14 anni presso la “Permis De Conduire", scuola teatrale dove ha recitato in più di 10 spettacoli fra il teatro Agorà, teatro Elettra e teatro del Parco Tiburtino. All’età di 17 anni scrive, dirige ed interpreta lo spettacolo teatrale “Le jeu du theatre prima del provino”. Ha lavorato come speaker per un anno a radio Incontro 105.8. Nel 2010 parte per New York dove frequenta un workshop intensivo presso la New York Film Academy, qui poi, girerà anche diversi cortometraggi. Iscritta all’Accademia del Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma, in seguito produce e dirige la serie in lingua spagnolo intitolata “Desesperados” la quale viene selezionata in diversi festival internazionali, vincendo diversi premi. Attualmente ha scritto, diretto ed interpretato la nuova stagione, la seconda serie/Sit-com “Desesperados, già selezionata al Latino Web Festival, l’evento si terrà a Miami tra fine Settembre ed i primi di Ottobre 2015. Oggi ha scritto, diretto e prodotto il docufilm in inglese “ Too Much Stress from my Heart”, lungometraggio sul tema dell’immigrazione e l’integrazione nel nostro paese, girato tra il Marocco e L’Italia nel 2015.

Actress, director, producer was born in Rome on April 4, 1991. She started her studies at the “Permis de Conduire", Theatre School where she took part in over 10 plays shown at the Agorà, Elettra and Parco Tiburtino Theaters in Rome. At the age of 17 she wrote, produced and acted in the theatre production “Le jet du Theatre prima del Provino”. For one year she was a radio speaker at Radio Incontro 105.8. In 2010 she traveled to New York where she enrolled in a workshop at New York Film Academy. She then took part in diverse short films. Back in Rome she enrolled in the “Centro Sperimentale di Cinematografia” academy. She produced, directed and acted in the short film series “Desesperados” entirely filmed in spanish. The series has been selected and won many prizes at different international film festivals around the world. She is currently producing, directing and acting in the second series of Desesperados, already having been selected at the Latino Web Festival 2015 taking place in Miami this coming October. She has just completed writing and directing the documentary “Too Much Stress from My Heart” filmed in Italy and Marocco 2015, on the timely subject of the integration of immigrants crossing the Mediterranean into Italy.

Al CENTRO DEL CINEMA

SINOSSI | SYNOPSYS

Al Centro del Cinema racconta ottant'anni di vita e attività del Centro Sperimentale di Cinematografia attraverso gli occhi di coloro che nel corso del tempo sono passati per le sue aule. Dal Fascismo alla Seconda Guerra Mondiale, dal Miracolo Economico alla Contestazione, dagli anni '80 a oggi, il documentario ripercorre, attraverso l'uso esclusivo di materiali di repertorio degli Archivi della Cineteca Nazionale e dell'Istituto Luce, il rinnovarsi del costume e dell'immaginario del Paese. Stagione dopo stagione, attraverso le testimonianze e le opere di coloro che hanno frequentato il Centro Sperimentale, il film rappresenta l'avvicendarsi delle forme estetiche e sociali che per quasi un secolo hanno animato il dibattito culturale Italiano.

Al Centro del Cinema is the story of the 80 years of life and activity of the Centro Sperimentale di cinematografia, the film school. From fascism to the SecondWorld War, from the Economic Miracle to the years of protest from the ‘80s to the present day, the documentary uses exclusive material from the Archives of the Cineteca Nazionale and the Istituto Luce to describe the renewal of the country’s customs and image. Season after season, through the testimony and work of those who attended the Centro Sperimentale, the movie portrays the changes in aesthetic and social forms that have animated cultural debate in Italy for almost a century.

NOTE DI REGIA | DIRECTION NOTES

Nel rivedere decine e decine di ore di materiali girati dagli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia nel corso di quasi un secolo, ci è risultata chiara la corrispondenza di queste immagini con il momento storico e il clima culturale del loro tempo. Le immagini che avevamo davanti erano in grado di raccontare non solo la storia del nostro cinema, ma anche quella del nostro Paese.
Il CSC si è trovato spesso coinvolto nei fatti, anche ‘avventurosi’, della storia del Novecento, ogni volta relazionandosi con essi in modo complesso. Nel corso di questi decenni, a più riprese, la sua stessa sopravvivenza è stata messa in discussione. Noi abbiamo cercato di immaginare il CSC come il personaggio di un romanzo storico, la cui vita viene sconvolta dall'impatto con gli eventi del mondo, che spesso finiscono per rivoluzionarne nel profondo l'identità.
Una cosa tuttavia emerge chiara: la scuola, nella sua storia, è riuscita ad accogliere e far incontrare giovani da tutto il mondo che continuano a condividere il desiderio di fare cinema.

In watching dozens and dozens of hours of footage shot by the students of the Centro Sperimentale di Cinematografia over almost a century, what became clear to us was the correspondence of these images with the historic moment and cultural climate of their times. The images we were watching were able to tell not only the story of our cinema, but also that of our country. The CSC often found itself caught up in the events of the 20th century, creating a complex relationship with them. Over the course of these decades, more than once, its very existence has been called into question. We tried to picture the CSC as a character in a historic romance, whose life is turned upside down by the collision with the events of the world, which often end up profoundly revolutionizing its identity. One thing, though, emerges clearly: the school, in its history, has managed to welcome and bring together young people from all over the world who continue to share a desire to make movies.

GLI AUTORI | THE AUTORS

Gianandrea Caruso, nato a Messina il 31.10.1986, allievo del CSC, terzo anno del Corso di Montaggio. (Filmog: 38° nord - doc, 2015)
Chiara Dainese, nata a Venezia il 27.07.1986, allieva del CSC, terzo anno del Corso di Montaggio. (Filmog: Homo Communis - short, 2015)
Davide Minotti, nato a Frosinone il 08.08.1989, allievo del CSC, terzo anno del Corso di Montaggio. (Filmog: Just a tiny crappy dream - videoart, 2014)
Bernardo Pellegrini, nato a Pisa il 24.02.1988, allievo del CSC, terzo anno del Corso di Sceneggiatura. (Filmog: Piccola Madre - short, 2014)
Maria Tilli, nata a Lanciano il 14.12.1987, diplomata in Regia al CSC nel 2015. (Filmog: Tutte le cose sono piene di lei - short, 2015)

Gianandrea Caruso, born in Messina 1986, a CSC student, is in the third year of the editing course.
Chiara Dainese, born in Venice 1986, a CSC student, is in the third year of the editing course
Davide Minotti, born in Frosinone 1989, a CSC student, is in the third year of the editing course
Bernardo Pellegrini, born in Pisa 1988, a CSC student, is in the third year of the scriptwriting course.
Maria Tilli, born in Lanciano 1987, graduated in direction from the CSC in 2015.

UNONESSUNO

Titolo originale - Original title: UnoNessuno
Paese - Country: Italia
Anno - Year: 2015
Durata - Running time: 50'
Lingua originale - Original language: Italiano
Genere - Genre: Mockumentary
Alice nella Città Panorama

CAST | CREW

REGISTA / DIRECTOR
Imogen Kusch, Paolo Giovannucci e Daniele Vicari

FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHY
Marcello Montarsi

MONTAGGIO / EDITING
Giorgio Cristiano

CAST
Miriam Annì Karlkvist Calafiore
Luca Filippo
Chiara Scalise
Giustiniano Alpi
Michela Anette Hickox
Simone Corbisiero
Eduardo Valdarnini
Marta Anna Boricinska
Alessandro Bertoncini
Riccardo Zonca
Paolo Giovannucci

MUSICA / MUSIC
Stefano Di Battista

MUSICISTI
Stefano  Di Battista (Sax)
Andrea Rea (Piano)
Daniele Sorrentino (Bass)
Daniele Raimondi (Trumpet)
Luigi Del Prete (Drums)
Francesco Diodati (Guitar)

REGISTRAZIONE E MIX MUSICHE
Fabrizio Frezza
COORDINAMENTO DELLA SCRITTURA
Fabio Natale, Doralice Pezzola

ORGANIZZAZIONE
Paola Sangiovanni

COORDINAMENTO DELLA REGIA
Daniele Vicari

STUNT
Angelo Ragusa
Bruno Verdirosi

SUONO IN PRESA DIRETTA
Filippo Porcari

MICROFONISTA
Federica Ripani

ASSISTENTE OPERATORE
Filomena Montesanto

AIUTO OPERATORE
Antonino Torrisi
Maria Chiara Sanna
Enzo Emilio Parente

ASSISTENTI DI MONTAGGIO
Paolo Damiano Dolce
Ilenia Galasso

MONTAGGIO DEL SUONO
Simone Altana
Marco Saitta

COLORIST
RED

COLOR CORRECTION E DCP
Grande Mela Post Production

SINOSSI | SYNOPSIS

Giovannetti è un coach che tiene un laboratorio per attori in una scuola di cinema. A partire da una pièce teatrale ambientata in una fabbrica, ciascun attore deve costruire e interpretare il personaggio di un operaio o di un impiegato. Ferretti è il loro datore di lavoro, e, quando le cose cominciano ad andare male, si ritrova costretto a doverne licenziare uno. Per questo motivo convoca ciascuno dei dipendenti nel suo ufficio: ognuno di loro, per mantenere il proprio posto in fabbrica, deve riuscire a convincerlo di quanto sia indispensabile all'azienda. Ogni personaggio si ritrova così al centro di un'indagine che, se in un primo momento sembra coinvolgerlo soltanto da un punto di vista lavorativo, con il passare dei giorni scava sempre più a fondo nelle sue vicende personali. I confini tra personaggio e attore cominciano a sfumare e lo stesso coach/datore di lavoro diviene una figura sempre più ambigua, che, esercizio dopo esercizio, mette in crisi le certezze degli attori, i quali non riescono più a distinguere la realtà dalla finzione. La messa in discussione del posto di lavoro dei personaggi diventa la messa in discussione dell'idoneità di ciascuno degli attori a far parte della scuola. Dopo l'ennesimo esercizio spietato la situazione sfugge di mano ai partecipanti, spingendo uno degli attori a ribellarsi al gioco.

BIOFILMOGRAFIA REGISTA | DIRECTOR’S BIOGRAPHY AND FILMOGRAPHY

Imogen Kusch
Master in Regia teatrale presso la Central School of Speech and Drama di Londra. Come aiuto regia lavora tra gli altri con Cherif, Luca Ronconi e Annabel Arden. Nel 1993 fonda a Londra la Compagnia Teatrale Klesidra/Hourglass che dirige oggi a Roma con Silvia Mazzotta, Francesca Olivi e Steffan Boje. Con Klesidra fonda la Onlus Parkinzone (che si occupa della riabilitazione psicofisica di persone affette da morbo di Parkinson attraverso tecniche teatrali), produce una buona parte dei suoi spettacoli e partecipa a diversi progetti finanziati dalla comunità europea.
Dal 2008 lavora parallelamente come acting e dialogue coach per il cinema.
Attualmente con Klesidra è in scena con lo spettacolo La tredicesima notte. Sta completando la sua prima sceneggiatura cinematografica.

Paolo Giovannucci
Diplomato all'Accademia Nazionale D'Arte Drammatica Silvio D'amico. Dal 1988 partecipa a diverse produzioni teatrali lavorando con registi tra i quali: Vittorio Gassman, Giorgio Albertazzi, Attilio Corsini, Carlo Giuffrè. Nel 1998 fonda la compagnia La Casa Dei Racconti con Duccio Camerini, Simone Colombari e Paola Minaccioni. Nel 2000 è Macbeth per Antonio Latella e nel 2003 per lo stesso regista è Petruccio ne La bisbetica domata. Dal 2004 al 2008 lavora a fianco di Mariangela D'Abbraccio ne La gatta sul tetto che scotta e la Rosa tatuata. Nel 2008 fonda con Paolo Zuccari la compagnia Officine Puricelli, portando in scena diversi spettacoli tra cui Il misantropo e A cena con amici. Attualmente è in scena con Riccardo III per la regia di Massimo Ranieri.
Per il cinema ha preso parte tra gli altri a Diaz di Daniele Vicari e Acab di Stefano Sollima e a numerose fiction televisive. Nel 2007 è protagonista della sit-com Colpi di sole per RAI 3.

Daniele Vicari
Laureato in Storia e Critica del cinema. Ha collaborato in qualità di critico cinematografico con le riviste Cinema Nuovo e Cinema 60. Ha diretto film di finzione e documentari, tra gli altri: Uomini e lupi 1997, Non mi basta mai 1999, Velocità Massima 2002, L'Orizzonte degli eventi 2005, Il passato è una terra straniera 2008, Diaz don't clean up this blood 2012, La nave dolce 2012. E' tra i fondatori della scuola d'arte cinematografica Gian Maria Volonté di cui è direttore artistico.

GIURIA TAODUE

Giovanni Veronesi (President)
Céline Sciamma
Michele Riondino
Fabio Mollo
Sara Serraiocco
Camilla Nesbitt
The Pills
Edoardo Ferrario

GIURIA TAODUE

La Taodue,  conferma il suo sostegno agli autori/cineasti emergenti, ufficializzando  il Premio “Camera d’oro per la migliore opera prima tra i premi ufficiali di Alice nella città. Il premio nasce dal bisogno di registrare, come pure in un momento di crisi e di radicali cambiamenti, il cinema riesca a rivelarsi centrale nell’evoluzione dei linguaggi, della cultura e del costume. Il premio Taodue “Camera d’oro per la migliore opera prima”, intende da quest’anno abbracciare con sguardo trasversale le sezioni di Alice nella città (Alice |Concorso e Alice│Panorama) alla ricerca delle forme e modalità espressive più innovative e vicine allo spirito dei nostri tempi. Come dichiara il produttore Pietro Valsecchi: “Il premio nasce dalla nostra profonda fiducia che il cinema sia un’arte necessaria all’immaginario contemporaneo. La crisi che stiamo attraversando non è crisi di idee ma di sistema. Possiamo immaginare nuove forme di fruizione del film, ma non potremo mai immaginare la morte del cinema”. Il PremioTaodue “Camera d’Oro”, realizzato da Enigma su un progetto esclusivo di Gianni Bulgari, sarà consegnato durante la Premiazione Ufficiale di Alice nella città.

Taodue, confirms its support to emerging writers / filmmakers, officializing the Prize "Camera d’Oro for the best debut” of the official awards of Alice in the city. The award rises from the need to register, especially in this time of crisis and radical changes, how cinema is central in the evolution of language, culture and customs. The awardTaodue "Camera d’Oro for best debut," intends, from this year on, to cross and the sections of Alice in the City (Alice | Competition and Alice│Panorama) searching for innovative forms of expression and close to the spirit of our times. As says producer Pietro Valsecchi: "The award rises from our deep conviction that cinema is a necessary art to contemporary imagery. The crisis we are experiencing is not a crisis of ideas but of the system. We can imagine new forms of enjoyment of films, but we could never imagine the death of cinema ". Award Taodue "Camera d’Oro ", designed by Enigma, on an exclusive project by Gianni Bulgari, will be assigned during the Award Cerimony Alice in the city.

LA GIURIA | THE JURY

Giovanni Veronesi (President)
Céline Sciamma
Michele Riondino
Fabio Mollo
Sara Serraiocco
Camilla Nesbitt
The Pills
Edoardo Ferrario

CONFERENZA STAMPA

AREA PRESS


AREA PRESS


Programma

ALICE NELLA CITTA’

Via Benaco, 5 - 00199 Roma
Tel. 06 85304966- Fax 06 8840362

CONTACT

Direzione artistica: Gianluca Giannelli, Fabia Bettini
direzione@alicenellacitta.com

Responsabile di programmazione: Patrizia Freddi
segreteria@alicenellacitta.com

Programmazione: Claudia Quaglieri
claudia.alicenellacitta@gmail.com

Segreteria generale: Claudia Cannas
segreteriaalice@gmail.com

Responsabile Ufficio Scuole e Giurie: Ilaria Giannelli
scuole@alicenellacitta.com

Ufficio Stampa: Press Press
Lucrezia Viti (+39) 348 2565827 - lucreziaviti@presspress.it
Livia Delle Fratte (+39) 349 2233828 - liviadellefratte@presspress.it

CITYFEST | FONDAZIONE CINEMA PER ROMA
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE

Domani, martedì 3 maggio, primo appuntamento con FareCinema
Fino all’autunno incontri, confronti e masterclass sui mestieri del cinema

Si inizia con un focus sulla sceneggiatura: partecipano, fra gli altri, Claudio Cupellini, Alessandro Piva, Filippo Gravino, Guido Iuculano, Salvatore de Mola, Monica Rametta, Michelangelo La Neve, Alessandro Fabbri

Martedì 3 maggio ore 18
Teatro Palladium (Piazza Bartolomeo Romano 8, Roma)
Ingresso gratuito

Come sono nati film di successo come Lo chiamavano Jeeg Robot, Un bacio, Alaska ma anche Song’e Napule dei Manetti Bros o Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores? E come si scrive la nuova serialità televisiva, dalle web series a titoli molto seguiti come 1992 o In treatment? La parola agli sceneggiatori protagonisti dell’incontro con il quale domani, martedì 3 Maggio dalle ore 18 alle 20 al Teatro Palladium, CityFest e alice nella città in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre apre, proprio con un confronto sulla sceneggiatura, FareCinema, il progetto con il quale la Fondazione Cinema per Roma scende in campo fino all’autunno dedicando, soprattutto al pubblico più giovane, una serie di incontri, confronti, masterclass attraverso i quali conoscere meglio le professioni e i mestieri del cinema.

Si tratta di una lunga carrellata a cura di Laura Delli Colli, giornalista, attraverso la quale, con molti appuntamenti sul territorio, CityFest in collaborazione con alice nella citta accende un riflettore sul mondo del cinema e sull’industria dell’audiovisivo raccontando, come in un backstage, non solo come nasce un film, ma come si può capire meglio come funziona la macchina cinema per curiosità o magari per decidere se e come avvicinarsi ai mestieri più specializzati e all’artigianato unico che il cinema italiano, proprio a Roma e nel Lazio, vive come in una grande fabbrica non solo di sogni ma di scenografie, costumi, accessori. Un talento che si rinnova spesso, nel cinema, oggi nelle scuole come un tempo di generazione in generazione e che, anche a Hollywood, rende indispensabile in molte produzioni la presenza sul set dei maestri, degli artisti e dei tecnici italiani.

“Un percorso con molte collaborazioni, partnership, sinergie con i protagonisti del set, il mondo degli autori e anche le maestranze che continuano a trasmettere, come una vera e propria ‘dote’ di famiglia, conoscenza e professionalità alle giovani generazioni che si avvicinano al mondo del cinema” spiega Laura Delli Colli precisando che il progetto, fortemente voluto dalla Presidente della Fondazione Cinema per Roma, Piera Detassis, “non poteva partire se non dalla sceneggiatura, da quella pagina sulla quale nasce, con l’idea, l’impianto stesso di ogni storia”.

Grazie al focus che, insieme al Premio Solinas, il Festival di Roma Tre promuove da oggi proprio sulla sceneggiatura, FareCinema propone, per cominciare, ai ragazzi del DAMS, ma non solo, un incontro al quale hanno tra gli altri già aderito registi come Claudio Cupellini (Alaska) con gli sceneggiatori del film Filippo Gravino e Guido Iuculano, Alessandro Piva (I milionari) che avrà con sé anche Salvatore de Mola, sceneggiatore con lui di Mio cognato, Monica Rametta, che ha scritto con Ivan Cotroneo Un bacio, lo sceneggiatore di Lo chiamavano Jeeg Robot Nicola Guaglianone, e ancora Michelangelo La Neve, autore con i Manetti Bros, e, anche a nome di Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, Alessandro Fabbri che con loro ha firmato (oltre 1992 e In treatment) la sceneggiatura Nastro d’Argento 2015 de Il ragazzo invisibile di Salvatores.

Molti gli autori giovani del mondo web, in un confronto su generi e generazioni diverse al quale, tra commedia, film d’autore e nuovi formati sono state invitate anche due firme ‘doc’ come Silvia Scola e Francesca Marciano.

Giovedì 31 marzo il film UN BACIO arriva al cinema

Il regista Ivan Cotroneo e il cast del film saluteranno il pubblico in sala

Giovedi 31 marzo

ore 18.30 cinema lux, via Massaciuccoli 31 00199 Roma
ore 20.20 cinema Adriano, Piazza Cavour 22 00193 Roma
ore 21.00 cinema Barberini, Piazza Barberini 24/26 00187 Roma

Conquistandosi sempre più spazio e divenendo un vero e proprio Festival nel Festival rivolto ai giovani, Alice nella città, sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Film di Roma che si terrà presso l’ Auditorium Parco della Musica sta iniziando le selezioni per la nuova giuria che coinvolgeranno, a titolo gratuito e senza alcun vincolo da parte dell’Istituto, esclusivamente gli alunni e le famiglie interessate all’iniziativa.

Per partecipare è necessario:
- Essere iscritto alle scuole secondarie di II grado italiane nell’anno scolastico 2015/2016;
- Scrivere una recensione e critica di un film uscito nelle sale durante l’anno 2015/2016;
- Le recensioni dovranno avere una lunghezza che va da un minimo di 1100 a un massimo di 3600 battute (spazi inclusi);
- Compilare la scheda di preselezione con i dati del ragazzo/a a firma del genitore;
- Compilare l’informativa sui dati sensibili a firma del genitore;
- Aver spedito in busta chiusa, entro e non oltre il 31 maggio 2016 (farà fede il timbro postale) la scheda di preselezione e l’informativa presso la sede operativa al seguente indirizzo: Alice nella città - Via Benaco, 5 - 00199 Roma.


Successivamente, tutte le recensioni pervenute saranno esaminate dall’Ufficio Giurie del Festival. Le recensioni che supereranno la prima scrematura cartacea, verranno ricontattate per sostenere l’ultima fase della selezione che prevederà un colloquio conoscitivo con i ragazzi e le famiglie. Coloro che supereranno l’ultima fase, entreranno a far parte della giuria della tredicesima edizione del Festival.

Il giudizio della commissione esaminatrice è insindacabile.

A tutti gli studenti che entreranno a far parte della giuria di Alice nella città sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

La scheda di preselezione e l’informativa sui dati sensibili sono scaricabili dal sito www.alicenellacitta.com

Per qualsiasi ulteriore informazione scuole@alicenellacitta.com

Scarica il modulo: Informativa alice 2016
Scarica il modulo: Scheda di selezione Giuria 2016
Scarica il modulo: Selezione GIURIA 2016

SERATA EVENTO per FERZAN OZPETEK A ROMA
in OCCASIONE della CONSEGNA del PREMIO come MIGLIOR FILM al MOVIEMOV_FILM FESTIVAL in ASIA-HANOI PER "ALLACCIATE LE CINTURE"

PROIEZIONE DEL FILMATO APPUNTI SUL VIETNAM DI PIPPO DELBONO CON IMMAGINI GIRATE AD HANOI IN OCCASIONE DELLE RIPRESE DEL SUO PROSSIMO FILM "VANGELO"

Venerdì 26 Febbraio, ore 20.00, alla Casa del Cinema di Roma, serata dedicata a Ferzan Ozpetek con cibo, letture e immagini tratte dai suoi film in occasione della consegna al regista del Premio Moviemov_Film Festival nella tappa di Hanoi per la vittoria come miglior film ad "Allacciate le Cinture".

Molti gli amici presenti a rendergli omaggio, da Francesco Arca a Kasia Smutniak, da Paola Minaccioni a Roberto Faenza e Ennio Fantastichini, fino a Diane Fleri, Andrea Bosca, Piera Detassis, Lunetta Savino, Elena Sofia Ricci, Ivan Cotroneo, Laura Delli Colli, Stefano Fresi, Massimiliano Gallo, Bianca Nappi e molti altri.

La serata inizia con un cocktail ispirato a tutti i cibi che troviamo nella lunga filmografia del regista.

Prima della premiazione verrà proiettato un filmato di 11 minuti realizzato da Pippo Delbono durante l'ultimo Festival Moviemov appunti di viaggio che hanno accompagnato il regista durante le riprese realizzate per il suo prossimo film “Vangelo” ; a seguire Paola Minaccioni leggerà alcuni brani tratti dall'ultimo libro di Ferzan "Sei la mia vita", spunto per alcune delle scene più belle dei film del regista che verranno quindi proiettate, come una trasposizione dal libro alle immagini.

"Sono contento che il pubblico del sud est asiatico si riconosca nel mio cinema ed è la terza volta che mi premiano come miglior film del Festival. Prima “Mine Vaganti” a Bangkok, poi “Magnifica Presenza” e ora “Allacciate le cinture” qui ad Hanoi. Mi ha fatto sorridere e piacere insieme un sito web che titolava “OZPETEK RE DEL SUD EST ASIATICO” aveva commentato Ferzan Ozpetek al momento della proclamazione. "E' la seconda volta che accompagno un film di Ferzan all'estero e viene premiato. Evidentemente è un autore internazionale e la sua poetica, la sua ironia e le sue storie sanno raccontare storie al di là dei confini" aveva continuato l'attrice del film Paola Minaccioni presente ad Hanoi insieme al regista.

Il Moviemov_Italian Film Festival è un festival itinerante nato nel 2010 che ha come obiettivo primario la costruzione di una piattaforma d'incontro per la promozione culturale e commerciale del nuovo cinema italiano all'estero, in particolare nei mercati asiatici così in espansione e ricchi di opportunità da esplorare.

Ideato e diretto da Goffredo Bettini in collaborazione con l'Ambasciata Italiana in Vietnam ed organizzato dalla Playtown Roma, il Moviemov è realizzato grazie all'appoggio del Ministero della Cultura - Direzione Generale del Cinema e della Camera di Commercio di Roma, il MISE Ministero per lo sviluppo Economico , Anica, Ice, il sostegno indispensabile di numerosi partner, enti locali e sponsor privati. La serata-evento di premiazione per Ferzan Ozpetek e' realizzata grazie al supporto di Bnl Bnp Paribas

Nastri D’Argento DOC
Menzione special per Street Opera di Haider Rashid presentato in Alice /Panorama ad Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela della Festa Internazionale del Cinema di Roma

Grande soddisfazione per Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, direttori artistici di Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa Internazionale del Cinema di Roma, per la menzione speciale ottenuta ai Nastri D’Argento DOC da Street opera di Haider Rashid.

Il documentario di Rashid, è un viaggio all’interno del rap italiano e del suo pubblico attraverso il ritratto di quattro rapper, veri ‘maestri di rime’ simbolo di correnti e periodi diversi: Clementino, Gué Pequeno, Danno e Tormento, accompagnati da Elio Germano, anche rapper del gruppo Bestierare.

Street Opera è stato presentato in Alice/Panorama alla scorsa edizione di Alice nella Città. “La menzione speciale a Street Opera - dice Gianluca Giannelli - premia la linea editoriale di Alice nella città, sempre attenta alla ricerca di nuovi linguaggi e alla scoperta di fenomeni, che appartengono al pubblico e diventano simboli di comunicazione universale”.

ALICE NELLA CITTÀ
È lieta di annunciare la grande anteprima italiana tra gli eventi fuori concorso del week-end:
“PAN – Viaggio sull’isola che non c’è”
regia di Joe Wright
con Hugh Jackman, Garrett Hedlund, Rooney Mara e Levi Miller
Domenica 18 ottobre ore 11:30, Sala Sinopoli – in 3D

In attesa di svelare in conferenza stampa (domani 23 settembre ore 12:00 presso il cinema Eden a Roma) il programma completo della prossima edizione (16-24 ottobre 2015), Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, dedicata alle giovani generazioni è lieta di annunciare che offrirà al suo pubblico, all’interno dei grandi eventi Fuori Concorso del primo week end - domenica 18 ottobre alle ore 11:30 in Sala Sinopoli/Auditorium Parco della Musica - l’anteprima italiana in 3D del film PAN – Viaggio sull’isola che non c’è di Joe Wright, con Hugh Jackman, Garrett Hedlund, Rooney Mara e Levi Miller. Dopo "Espiazione" e "Orgoglio e pregiudizio", Joe Wright, dirige un film live-action per tutta la famiglia che racconta l’origine della leggenda dell’amato personaggio nato dalla penna di Sir James Matthew Barrie.
PAN – Viaggio sull’isola che non c’è” uscirà in Italia in 2D e in 3D il prossimo 12 novembre, distribuito da Warner Bros. Pictures.

La trama: Peter (Levi Miller) è un dodicenne con una insopprimibile vena ribelle, ma nel triste orfanotrofio di Londra dove ha vissuto tutta la vita queste qualità non sono ben viste. In una notte incredibile Peter viene trasportato dall’orfanotrofio dentro un mondo fantastico, popolato da pirati, guerrieri e fate, chiamato Neverland. E lì si ritrova a vivere straordinarie avventure e a combattere battaglie all’ultimo sangue nel tentativo si svelare l’identità segreta di sua madre, che lo aveva abbandonato tanto tempo prima, ed anche il suo posto in questa terra magica. In una squadra formata dalla guerriera Tiger Lily (Rooney Mara) e dal suo nuovo amico di nome James Hook (Garrett Hedlund), Peter deve sconfiggere lo spietato pirata Blackbeard (Hugh Jackman) per salvare Neverland e scoprire il suo vero destino: diventare l’eroe che sarà conosciuto per sempre con il nome di Peter Pan. Wright dirige Pan da una sceneggiatura di Jason Fuchs. Greg Berlanti, Sarah Schechter ed il candidato all’Oscar® Paul Webster (“Espiazione”) sono i produttori, con Tim Lewis come produttore esecutivo. Il film vede la partecipazione del candidato all’Oscar® Hugh Jackman (“I Miserabili”) nel ruolo di Blackbeard; Garrett Hedlund (“A proposito di Davis”) nel ruolo di James Hook; la candidate all’Oscar® Rooney Mara (“Uomini che odiano le donne”) nel ruolo di Tiger Lily; l’esordiente Levi Miller nel ruolo di Peter e Amanda Seyfried (“I Miserabili”) in quello di Mary. A completare il cast troviamo Adeel Akhtar (“Il Dittatore”) nel ruolo di Smee; Taejoo Na (“The Knick”) nel ruolo di Kwahu; Nonso Anozie (“Son of God”, “Espiazione”) nel ruolo di Bishop; Kathy Burke (“La Talpa”) nel ruolo di Mother Barnabas; Kurt Egyiawan (“Skyfall”) nel ruolo di Murray; Lewis MacDougall (“In the Name of the Children” per la TV Britannica) nel ruolo di Nibs e Jack Charles (“Mystery Road”) nel ruolo di The Chief/ Padre di Tiger Lily.

Per info sul film: http://www.panmovie.net
Per scaricare le immagini del film: www.mediapass.warnerbros.com

ALICE NELLA CITTÀ
Independent and parallel section of the Rome Film Fest, dedicated to programs for young adults and families.


13th edition
16th -24th october 2015



13 films in Alice nella città competition
10 films presented at the Pigneto district in Alice/Panorama section
3 films screened out of competition and 4 special events
New theme of the festival by Italian Director Fabio Mollo
Taodue Camera d’Oro Award 2015


The program of the 13th edition of Alice nella città, the independent and parallel section of the Rome Film Fest dedicated to young adults and families which will take place from October 16th to 24th 2015, will offer 13 films in Compeitition, 3 films Out of Competition and 4 special events held at the wonderful venues of Auditorium Parco della Musica. In its 2015 edition, Alice nella città takes a new step forward by expanding its program with Alice / Panorama section, bringing the best of world cinema to the streets of Rome, pursuing the desire to make moviegoing experience more accessible to the public. In addition to the Auditorium Parco della Musica, we created a “cinema district" in the colorful Pigneto area where will be screened the 10 Alice/ Panorama movies in Cinema Avorio and the second screenings of the Rome Film Festival as well in Nuovo Cinema Aquila. Cinema Avorio is one of the most unique historical halls of Rome which was closed in 2009 and will reopen temporarily especially for the festival, thanks to close cooperation between Alice nella città and the property owners. "Cinema is certainly the most popular of the arts, for its ability to excite the masses, enhances sensibility in bridging different cultures," said the Head of Culture and Sport Giovanna Marinelli. "This year, Alice nella città confirms the quality of its premise, reaching out to an even wider audience - including children, teens and adults, rooted in one of the most multicultural quarter of Rome: with the help of the Film Festival, Pigneto becomes more and more a cultural and innovative neighborhood, open to the community and integration. The commitment of department of Culture is increasingly adapting program for both girls and boys, expanding its scope on all sectors of art: from museums to cinema and theater."

The new theme of the 2015 edition of Alice nella città is directed by Fabio Mollo who premiered his own debut The south is Nothing at the festival in 2013." Youth is Timeless is the theme behind the trailer of Alice in the city” – said the director Fabio Mollo. A short trip through the fragments of home movies which 20 year olds of today, expressing their point of view on reality with magic of youth. The passing of time, change of generations, alternating modes and hairstyles, the film switches from VHS to digital, but what remains intact is the joy of adolescents.

Taodue Camera d’Oro Award of Alice in the City for Debut films
The award for best debut film in the program of Alice and the City (Young Adult and Alice/Panorama) will be given by a skillful jury of filmmakers which will include actor Michele Riondino.

Alice in the City Competition
13 international films in Young Adult competition, voted by a jury made of 22 boys and girls between the ages of 15 and 18. This year, the selection includes: Departure by Andrew Steggall from England; From Turkey, Mustang directed by Deniz Gamze Ergüven, successfully presented at the Director’s Fortnight in Cannes Film Festival and recently chosen for France’s entry in the category of Best Foreign Film at the Oscars; Norway participates with Returning Home directed by Henrik Martin Dahlsbakken; from the United States we will host Scout Laurie Weltz with India Ennenga, James Frecheville, Nikki Reed (the Twilight Saga) Tim Guinee, Shelley Hennig and Danny Glover. Grandma, comedy written and directed by Paul Weitz (About a Boy) with Lily Tomlin (Nashville , Shadows and Fog, America today), Julia Garner, Marcia Gay Harden, and Jack of the Red Hearts directed by Janet Grillo; from France we have The Big Day by Pascal Plisson (developed from the success of his previous documentary On the Way to School), Microbe & Gasoline directed by Michel Gondry (Eternal Sunshine of the Spotless Mind, The Science of Sleep) with Ange Dargent, Théophile Baquet, Diane Besnier, Audrey Tautou and A childhood by Philippe Claudel, presented in collaboration with the Rome Film Festival; From Germany arrives Four Kings of Theresa von Eltz and from India The New Classmate by Ashwiny Iyer Tiwari. Italy is represented by Vetro’s child directed by Federico Cruciani. The 13th film in competition in collaboration with the Rome Film Festival, will be announced in the coming days.

Alice / Panorama
10 films will be presented at the Cinema Avorio in Pigneto district and are part of the expanded program of Alice in the city, called Panorama. These films, unlike the competition Young Adult, will tell the story of young generation’s world, addressing the issues of adolescence and youth with a rather more matured language. On October 16th, at 20:00, we will inaugurate the program of Avorio cinema with The Wolfpack by Crystal Moselle, winner of the Grand Jury Prize at the 2015 Sundance Film Festival and Street Opera by Haider Rashid with actors Clementino, Guè Pequeno, Danno, Tormento and Elio Germano, lead rapper of Bestierare which will honor us with their presence, enriching us all with their live performance. Other films in Alice / Panorama: Raging Rose by Julia Kowalski, produced by Valerie Donzelli, Monitor directed by Alessio Lauria and made for the web, with Michele Alhaique, Valeria Bilello, Riccardo De Filippis and Claudio Gioé; Long Way North by Rémi Chayé; Sleeping Giant by Andrew Cividino, successfully presented at the Critics' Week in Cannes Film Festival and Toronto Film Festival; Closet Monster directed by Stephen Dunn; The Boy and the Beast by master Mamoru Hosoda (Summer words, Wolf children); Colombian film Alias Maria by Josè Luis Regules and The New Kid by Rudi Rosenberg. In view of the forthcoming reopening of the Nuovo Cinema Aquila and in collaboration with the 5th district municipality and the City of Rome we will celebrate the program of Alice in the city with the reinauguration festivities of the cinema.

Films Out of Competition
In world premiere which will take place on October 18th, lands on the red carpet of Alice in the City Out of Competition, Belle and Sebastien - the Adventure Continues directed by Christian Duguay, the second chapter of the saga with Belle, the dog of the Pyrenees, former star of not only the renowed cartoon but also the blockbuster film Belle and Sebastien, released in 2014. Other title presented in Alice and the City, in collaboration with the Rome Film Fest is The Little Prince film adaptation of the classic children's literature of Antoine de Saint-Exupery directed by Mark Osborne (Kung Fu Panda) with the voices of Italy’s Toni Servillo, Paola Cortellesi, Stefano Accorsi, Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassman, Giuseppe Battiston, Pif and Alessandro Siani. Last title out of competition is the Italian-French co-production Iqbal: tale of a fearless child, mixed media cartoon and designed 3D scenes, directed by Michel Fuzellier & Babak Payami. The film is the linchpin of a larger cross-media project on issues of child labor and de-schooling of children, in partnership with national and international institutions such as UNICEF, Almed Foundation and Banca Etica.

Special Events
In the first weekend, we will celebrate the Italian Premiere of Pan directed by Joe Wright, starring Hugh Jackman, Amanda Seyfried and Rooney Mara. The film is a new version of Peter Pan story to be presented at the Auditorium Parco della Musica on Sunday, the 18th. On October 21st another big premiere will hit the red carpet of Alice in the city, out of competition: Game Therapy directed by Ryan Travis. Game Therapy is the action-fantasy movie starring Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli and Zoda, four famous Italian Internet celebrities who make their debut performance on the big screen in the film. Joining them also on the red carpet of the Auditorium Parco della Musica are 40 Italian youtubers. Among the screenings and special events on the 20th and only a few days before the commemoration of World Food Day in Expo 2015, there will be a special screening of Costanza Quatriglio’s short film The Zero Hunger Challenge dedicated to the theme of the United Nations for Expo Milano 2015 Zero Hunger Challenge • United for a sustainable world, Emergency will be screened also in Pigneto after last year’s collaborative activity which involves students of junior and senior high schools on the subject in a morning event and an evening open to the public in which the audience will propose a debate around the themes of the Association starting from ideas for a movie, followed by a musical interlude.

The closing film of the festival screened after the awards ceremony will be a new 2k digital version of Alice in the Cities by Wim Wenders, not only paying tribute to the renowned film director but also celebrating the festival’s title, taken from this 74’ cinematic gem.

Alice in the City, curated by Gianluca Giannelli and Fabia Bettini, is supported by the General Management for Cinema of Mibact, the Lazio Region municipality by the Capital of Rome, the ACEA Rome Chamber of Commerce and BNL Gruppo BNP Paribas.

ALICE NELLA CITTÀ
ANNUNCIA L’ULTIMO FILM DEL CONCORSO YOUNG ADULT:
CAMPO GRANDE DI SANDRA KOGUT, PRESENTATO IN COLLABORAZIONE CON LA FESTA DEL CINEMA DI ROM
10.200 le prenotazioni delle scuole per il concorso di Alice


Campo Grande della regista brasiliana Sandra Kogut (Brasile/Francia - 108”) è il tredicesimo film del concorso Young/Adult di Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa del cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni. Il film, presentato in collaborazione con la Festa del Cinema, ha nel cast Carla Ribas, Julia Bernat, Ygor Manoel e arriva in Italia dopo essere passato al Festival di Toronto nella sezione Contemporary World Cinema.

Trama
Ygor (8 anni) e la sua sorellina Rayane (6 anni) vengono abbandonati dalla madre sulla soglia della casa di Regina nell’esclusiva zona di Ipanema a Rio de Janeiro. L’improvviso e inaspettato arrivo di questi bambini di bassa estrazione nel mondo di Regina e la ricerca della loro madre in una città resa irriconoscibile dalla modernizzazione, cambierà per sempre le loro vite.

Sandra Kogut - nata a Rio de Janeiro, ha vissuto e lavorato in Brasile, in Francia e negli Stati Uniti prima occupandosi di performance artistiche e installazioni, poi di documentari e film. Nei primi anni ‘90 ha diretto “Parabolic People” progetto girato tra Rio de Janeiro, Tokyo, Dakar, New York, Parigi e Mosca. Il suo lavoro, al confine tra documentario e finzione, è stato presentato al Museo d’Arte Moderna e al Guggenheim di New York. I suoi film hanno ottenuto numerosi riconoscimenti e premi. Il suo primo lungometraggio “Mutum” è stato selezionato al Festival di Cannes (Director’s Fortnight), a Toronto, Berlino, Rotterdam e altri festival, ricevendo oltre venti premi in giro per il mondo.

Sono tre in tutto i film presentati da alice in coproduzione con la Festa di Roma:

A Childhood di Philippe Claudel con Alexi Mathieu, Angelica Sarre, Pierre Deladonchamps, Patrick d'Assumçao in concorso e l’attesissima proiezione del Il piccolo principe diretto da Mark Osborne ( Kung fu Panda) che chiude il 24 ottobre le grandi anteprime di Alice dedicate alla famiglia dove spiccano tra gli altri Belle e Sebastien 2 di Christian Duguay e Pan - Viaggio sull’isola che non c’è  di Joe Wright.

Oltre 10200 le prenotazioni delle scuole già pervenute per partecipare alle proiezioni mattutine del concorso

Alice nella città, curata da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, è sostenuta dalla Direzione Generale per il cinema del Mibact, dalla Regione Lazio, da Roma Capitale, dalla Camera di Commercio di Roma, da Acea e BNL Gruppo BNP Paribas.

Ufficio stampa:
Lucrezia Viti, mob. +39 348 2565827; mail. lucreziaviti@presspress.it
Livia Delle Fratte, mob. +39 349 2233828; mail. liviadellefratte@presspress.it

Ticket

Villaggio Casa Alice
Piazza Apollodoro 18
(angolo Viale de Coubertin)

La programmazione di ALICE NELLA CITTÀ è in vendita con biglietti da € 5 a € 8.

All the films of Alice in the City have a ticket cost between 5€ and 8€.

I biglietti per le proiezioni aperte al pubblico saranno disponibili secondo le modalita di orario e nei punti vendita e biglietterie del Festival. Eventuali coproduzioni realizzate in collaborazione con il Festival Internazionale del Film di Roma potrebbero subire variazioni di prezzo. Le scuole e i gruppi numerosi possono prenotare e rivolgersi direttamente a: scuole@alicenellacitta.com.
Il Villaggio Casa Alice è in Piazza Apollodoro 18 (angolo Viale de Coubertin).

The tickets for the screenings for public will be available with the same procedures of the Festival. The coproductions in collaboration with the International Rome Film Festival could have a price slightly different. Schools and big groups should book at the following address: scuole@alicenellacitta.com.
The village Casa Alice is in Piazza Apollodoro 18 (corner Viale de Coubertin)

PACCHETTI | PACKAGE

Alice Family per l’acquisto superiore a 3 biglietti per gruppo familiare di Selezione Ufficiale Alice nella Città è previsto un sconto del 15% sul prezzo intero per ciascun biglietto.

Alice Family - for a book of more than 3 tickets for family group of the Alice in the City Official Selection is available a discount of 15% on every ticket.

RIDUZIONI E CONVENZIONI | DISCOUNTS e CONCESSIONS

Per chi ha dai 18 ai 26 anni o per chi ha piu di 65 anni e previsto uno sconto del 10% sul prezzo intero del biglietto. Si ricorda che le riduzioni per enti o associazioni convenzionate con la Fondazione Cinema per Roma sono applicabili soltanto presso le biglietterie ufficiali del Festival.
Non sono previste riduzioni per le proiezioni con tariffa uguale e/o inferiore a € 5 acquistate singolarmente.

For students between 18 and 26 years old and for over 65 is available a discount of 10% on every ticket. We remind that reductions for corporation and assotiations
There are no discounts on the 5€ tickets, singularly booked.